Mazda 2 2020: alla PROVA il motore ibrido Skyactiv G con 75 CV

La prova della citycar Mazda 2. Molti aspetti positivi ma anche qualcosa da rivedere

Mazda 2, utilitaria e citycar della casa giapponese si aggiorna e si rinnova nell’estetica esterna, vantando un abitacolo da vera premium car. Alla guida è agile ma un po’ troppo rigida per i miei gusti. E il motore? E’ ibrido e consuma poco. Peccato che la spinta e l’accelerazione non siano il massimo. Scopriamo tutto nella nostra prova su strada con prezzo e altre caratteristiche.

Estetica arrotondata ed elegante

Mazda 2 2020, esteticamente, è un bel mix tra forme curvilinee e linee più nette e tese, soprattutto al paraurti che, nella nuova incarnazione, porta in dote inserti color metallo orizzontali anziché verticali e che solcano tutta la calandra, sottostando alla griglia frontale e ai fari full LED. Il fianco è curvilineo e presenta una nervatura nella parte più bassa delle portiere. Il fianco finisce la sua corsa arcuandosi vero la coda, tondeggiante e raccolta, ma con il gruppo ottico spigoloso.

Abitacolo premium ma dietro c’è poco spazio

Dentro l’abitacolo è di prima qualità. Le coperture morbide avvolgono tutta la plastica presente, sia sulla plancia che sulle portiere e tutto l’abitacolo presenta un design curato con uno stile sportivo. C’è anche un rivestimento nella parte bassa per le ginocchia. Un tocco di classe. Davanti a me, tra le razze del volante che permettono di avere i comandi fisici per comandare il sistema di infotainment, scorgo il quadro strumenti con un grande contagiri centrale e due schermi ai lati (qui le informazioni sono leggibili ma risultano in alcune condizioni troppo piccole e di difficile consultazione alla prima occhiata). Sopra ecco l’head-up display a colori e a lato il display touch da 7″ a sbalzo con Android Auto e Apple CarPlay.

Sistema di infotainment da rivedere

Prima di andare oltre, un appunto sul sistema multimediale. Il design Mazda dedicato all’infotainment incomincia a sentire il peso degli anni e lo scorrimento laterale delle varie funzioni non risulta immediato ma, allo stesso modo, è esaustivo nelle informazioni. I vari menu sono selezionabili tramite l’apposita rotella cliccabile, posizionata in basso vicino al cambio. Una scelta infelice per la comodità di utilizzo. Certo, lo schermo è touch e si potrebbero usare i comandi direttamente a schermo ma la funzione tattile del display si disattiva durante la marcia, quindi l’uso della scomoda rotella diventa presto indispensabile. Ho provato Android Auto e ne sono rimasto deluso. Forse per un problema della vettura in prova ma devo segnalare che il sistema destinato al Robottino si è spesso inceppato durante la navigazione e, anche fermo al semaforo, il suo display non è mai diventato “toccabile” facendomi ricorrere alla rotella di cui sopra.

Comfort e abitabilità

La seduta è molto comoda e confortevole grazie alla presenza dei sedili in pelle riscaldabili, non sono regolabili elettronicamente ma permettono comunque di trovare la giusta posizione in pochi scatti. Passando al divanetto posteriore (tenendo conto che stiamo testando un piccola citycar) lo spazio non è enorme ma si riesce a sedere comodi con spazio per gambe e spalle. La testa potrebbe sfiorare il soffitto se siete molto alti e dimenticate di viaggiare sul divanetto posteriore in tre, il posto centrale è utile solo per brevi spostamenti e per persone minute visto l’ingombro del tunnel centrale. Il bagagliaio è usabile per la categoria, parliamo di 280 litri di capienza, non c’è un fondo ad altezza variabile.

Motore ibrido Skyactiv G e consumi

Passiamo alle note liete, sotto al cofano c’è un ottimo motore 1.5 a benzina, da 75 CV, mosso dalla tecnologia ibrida Skyactiv G, abbinato a un piccolo alternatore- motore di avviamento per creare una propulsione mild hybrid). Nonostante l’ausilio dell’unità elettrica avrei preferito una maggior coppia e una maggior spinta per lo spunto iniziale che invece risulta un po’ sopito con la coppia che subentra a 3000 giri e allunga fino a 6500 giri. In accoppiata con l’ibrido ecco il superbo cambio manuale a sei rapporti. Quest’ultimo è stato eccellente in ogni situazione con cambiate precise e fluide, mai il sentore di nessun impuntamento anche maltrattandolo (da segnalare che l’automatico non è più disponibile in Italia). I consumi? 6.0 litri ogni 100 chilometri.

Set up rigido

Molto buono il feedback che deriva dallo sterzo. Questo permette di sentire al meglio ogni spostamento della vettura e direzionarla in curva. L’assetto della Mazda 2 è rigido, forse un po’ troppo per i miei gusti, soprattutto durante la guida città. Lo stesso set up così ludico è invece l’ideale su strade più guidate riuscendo a donare al guidatore una buona dose di divertimento.

ADAS e aiuti alla guida

L’utilitaria giapponese è infarcita di ADAS, con la frenata automatica d’emergenza fino a 80 km/h con rilevamento pedoni, l’accesso senza chiave, il mantenimento di corsia, gli abbaglianti automatici, i sensori di distanza anche davanti, il monitoraggio dell’angolo cieco e la frenata automatica che funziona anche in retromarcia, il cruise control adattativo, le telecamere perimetrali, il sistema di rilevamento della stanchezza del guidatore e il riconoscimento dei segnali stradali con segnalazione sul quadro strumenti e sull’head up. Non tutti sono di serie.

Prezzo e configuratore

Per portarsi a casa la Mazda2, il prezzo di partenza è di 17.800 euro. Qui il configuratore.

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
Brillante nella guida e ottimo cambio, interni da vera premium e buon risultato nei consumiInfotainment vetusto e poco usabile, troppo rigida per la guida prettamente cittadina, poca coppia

Mazda 2 2020: la Pagella di Motorionline

Motore:★★★★☆ 
Ripresa:★★☆☆☆ 
Cambio:★★★★★ 
Frenata:★★★★☆ 
Sterzo:★★★★☆ 
Tenuta di Strada:★★★★★ 
Comfort:★★★☆☆ 
Posizione di guida:★★★★☆ 
Dotazione:★★★★★ 
Qualità/Prezzo:★★★½☆ 
Design:★★★★☆ 
Consumi:★★★★½ 

Caratteristiche tecniche

Motore a benzina
Cilindrata cm3 1496 4 in linea con motore elettrico
Emissione di CO2 grammi/km 94
Cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore

Velocità massima (km/h) 183
Accelerazione 0-100 km/h (s) 9,8
Consumo medio (km/l) 18,9

Lunghezza/larghezza/altezza cm 407/170/150
Passo cm 257
Peso 1025
Capacità bagagliaio litri 280/950

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati