Incentivi auto 2020: Unrae soddisfatta per l’accoglimento delle sue proposte

Apprezzata l'estensione del contributo alle Euro 6

Incentivi auto 2020: Unrae soddisfatta per l’accoglimento delle sue proposte

La conversione in legge del Decreto Rilancio, che dà il via libera gli incentivi per il settore auto, è stata accolta con soddisfazione da Unrae, l’associazione dei costruttore esteri operanti in Italia, che da tempo si è battuta per la definizione del sistema di incentivi richiesti a gran voce per rilanciare il mercato automobilistico italiano.

Bene l’estensioni degli incentivi alle Euro 6

Approvando l’impianto generale degli incentivi stanziati dal governo, Unrae sottolinea l’apprezzamento, in particolare, l’estensione degli incentivi, oltre che ad auto elettriche e ibrida, anche alle vetture termiche Euro 6, oggi dotate di tecnologie innovative in grado di contribuire in maniera importante ad abbattere le emissioni inquinanti e che sono ritenute una parte fondamentale, in termini di volumi, per una velocizzazione del rinnovo del parco circolante.

Crisci: “Si permette concretamente la ripresa del comparto”

“Con questi incentivi – ha dichiarato il Presidente di Unrae Michele Crisci – si permette concretamente la ripresa del comparto e, con l’inserimento degli Euro 6, si contribuisce ad un processo di sostituzione di un parco auto circolante fra i più vecchi d’Europa”. Crisci ha poi riconosciuto “l’apertura al confronto e la disponibilità nell’accogliere le proposte Unrae da parte delle istituzioni, con le quali abbiamo mantenuto un contatto continuo che, certamente, dovremo continuare e sviluppare nel futuro per affrontare le tante sfide che il mondo dell’auto deve vincere, in tutti i suoi comparti e non solo delle autovetture, dal sostegno alla domanda all’innovazione tecnologica fino ai nodi infrastrutturali”.

Serve un rifinanziamento dei fondi

Tuttavia, lo stesso Crisci, spiega che non bisogna far passare in secondo piano la consapevolezza del limitato stanziamento dedicato agli incentivi, per il quale viene auspicato un immediato rifinanziamento dei fondi: “Il merito di questa norma è di aver assunto come obiettivo una ripresa del settore in senso ampio, un obiettivo che però nel medio termine richiederà nuovi ed ulteriori sforzi, fiscali, tecnologici e infrastrutturali e di visione di cui Unrae ravvisa una forte urgenza e che, per quanto di nostra competenza, ci vede fin da ora disponibili al confronto e alle proposte concrete”.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati