Groupe PSA: ricavi in calo del 34,5% nei primi sei mesi del 2020

Groupe PSA: ricavi in calo del 34,5% nei primi sei mesi del 2020

Il costruttore francese confida in un "solido rimbalzo" nei prossimi mesi

Groupe PSA: ricavi in calo del 34,5% nei primi sei mesi del 2020

Gli effetti della pandemia da Covid-19 si fanno inevitabilmente sentire sui risultati economici e finanziari del Groupe PSA, che come tutti i costruttori automobilistici, paga la forte contrazione della domanda registrata negli scorsi mesi nei principali mercati europei e non solo.

Vendite in calo, ma mantenuto il target di margine

Il calo delle vendite, come reso noto durante la presentazione dei risultati finanziari del primo semestre 2020 del Groupe PSA, è stato significativo a livello mondiale. Nonostante però la flessione della redditività registrata in questo periodo complicato, PSA, gruppo a cui fanno capo Peugeot, Citroen, DS e Opel/Vauxhall, è comunque riuscita a mantenere il target di margine, questo grazie soprattutto al lavoro compiuto negli ultimi sei anni, che si concretizza oggi in un mix di gamma completo e variegato, e alla possibilità di intervenire sulla riduzione dei costi.

Ricavi a 25,12 miliardi di euro, giù del 34,5%

Il crollo delle vendite di PSA ha avuto un accelerazione nel secondo trimestre, contribuendo a chiudere i primi sei mesi dell’anno con ricavi pari a 25,12 miliardi di euro, ovvero -34,5% rispetto al primo semestre 2019. Ribasso sostanziale anche per i margini operativi adjusted della divisione automotive di PSA che sono passati dall’8,5% di fine 2019 al 3,7% del primo semestre 2020, mentre il margine operativo adjusted complessivo di Groupe PSA nei primi sei mesi dall’anno è stato del 2,1%, in calo di 6,6 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Anche il free cash flow è stato negativo per 4,7 miliardi di euro, di cui 3,6 miliardi della divisione automotive. Escludendo il working capital, il free cash flow della divisione automtoive è stato positivo per 153 milioni di euro. La posizione finanziaria netta di PSA è pari a 2,886 miliari di euro, di cui 6,957 miliardi per la divisione automotive.

Fiducia in un rimbalzo, per il 2020 si prevede un -25% di vendite in Europa

Per la seconda metà dell’anno PSA punta a un solido rimbalzo, come ha affermato l’amministratore delegato del Gruppo francese, Carlos Tavares, confidando anche sulla capacità di PSA di mantenere l’obiettivo di margine di oltre il 4,5% in media per la divisione automotive nel periodo 2019-2021. Guardando all’intero 2020, a livello di mercato dell’auto Groupe PSA stima un calo delle vendite del 25% in Europa, del 30% in Russia e America Latina e del 10% in Cina.

Tavares: “Fusione con FCA procede bene, anche per l’antitrust

Nel futuro di PSA c’è anche la fusione con Fiat-Chrysler con l’operazione che porterà alla nascita del nuovo maxi-costruttore Stellantis che procede positivamente e senza intoppi, anche per l’antitrust. A renderlo noto è lo stesso Carlos Tavares che, come si legge nella relazione semestrale di PSA, spiega: “FCA e PSA confermano che la preparazione per la fusione 50/50 dei loro business annunciata a dicembre 2019 sta proseguendo bene, anche per quanto riguarda l’antitrust”. Sui tempi viene precisato che “il completamento della proposta fusione è atteso concludersi prima della fine del primo trimestre 2021”. Nella relazione si ricorda che prima della fusione, “Fca intende distribuire ai suoi azionisti un dividendo straordinario di 5,5 miliardi di euro, mentre PSA intende distribuire ai propri azionisti il 46% di Faurecia, cosa che porterà alla perdita del controllo della società”. Al 30 giugno 2020, viene specificato dal costruttore francese, “Faurecia non è ancora considerato un asset destinato alla distribuzione ma continua a essere consolidato, in quanto PSA non considera la distribuzione come altamente probabile fino a quando gli azionisti di PSA non l’approveranno”.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati