Catania, gare clandestine a 260 km/h in autostrada A19 con più di 100 auto coinvolte e spettatori [VIDEO]

Catania, gare clandestine a 260 km/h in autostrada A19 con più di 100 auto coinvolte e spettatori [VIDEO]

Quattro persone indagate e due BMW di grossa cilindrata sequestrate

Catania, gare clandestine a 260 km/h in autostrada A19 con più di 100 auto coinvolte e spettatori [VIDEO]

L’autostrada A19 Palermo-Catania trasformata in un circuito, con tantissime auto, più di cento, a rendersi protagoniste di corse clandestine e duelli in accelerazione, sfrecciando ad alta velocità fino a 260 km/h ed esibendosi in sterzate e frenate improvvise. Ciò è quanto scoperto, documentato dalle immagini, dalla polizia stradale di Catania.

Quattro indagati per corse clandestine

Sono quattro gli indagati per aver partecipato a gare clandestine sulla Palermo-Catania che hanno subito da parte delle forze dell’ordine i decreti di perquisizione emessi dalla Procura. Tre delle quattro persone indagate hanno precedenti per reati in materia di armi, sostanza stupefacenti e contro il patrimonio.

Tantissime vetture coinvolte e numerosi automobilisti a fare da spettatori

Nel video diffuso dalla polizia stradale del capoluogo etneo si vedono le auto che occupano la carreggiata per affiancarsi l’una all’altra prima di partenze sprint in accelerazione. Si vede anche come uno di questi tentativi viene “intralciato” dal sopraggiungere di un camion, col rischio di provocare un incidente. Oltre ai numerosi automobilisti che partecipavano alle gare, si notano anche come ce ne fossero diversi a fare da spettatori che, noncuranti di ogni regola, sostavano pericolosamente con le loro vetture a bordo della carreggiate o nei pressi degli svincoli.

Sequestrate due BMW

I proprietari di 12 auto che facevano da spettatori sono stati individuati e sanzionati per la violazione del Codice della strada. Relativamente alle vetture protagoniste delle corse clandestine, gli investigatori hanno sequestrato due BMW di grossa cilindrata e sono al lavoro per capire se le vetture sono state modificate per incrementarne la potenza e se le gare fossero al centro di un giro di scommesse illegali.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati