Lamborghini Essenza SCV12: l’hypercar da 830 cavalli [FOTO]

Verrà prodotta in 40 esemplari destinati alla pista

La Lamborghini Essenza SCV12 è l’ultimo modello firmato dalla casa di Sant’Agata Bolognese. Si tratta di una vettura in edizione limitata, a 40 esemplari, e dedicata esclusivamente per la pista. Questa hypercar è spinta dal motore V12 ed è in grado di erogare oltre 830 cavalli, con un’aerodinamica figlia dell’esperienza della Squadra Corse nelle competizioni GT.

Linee filanti, ma nervose e dinamiche

Il Centro Stile della casa italiana ha proposto una vettura dalle linee filanti, ma al compenso nervose e dinamiche con un mix tra i prototipi degli anni ’70 ed elementi tipici del DNA Lamborghini. A questo proposito, sono presenti la geometria esagonale delle luci anteriori, l’airscoop sul tetto e le bocchette d’aria ad incorniciare il volante. Non manca la Y, sulla livrea e nell’abitacolo.

Il cofano anteriore presenta la doppia presa d’aria con costola centrale, tipica delle Huracán da competizione, che separa i flussi di aria calda provenienti dal radiatore e convoglia l’aria fredda verso l’airscoop posto al centro del tetto. Sempre all’anteriore spiccano splitter e le due appendici laterali; sulle fiancate i flussi destinati al raffreddamento di motore e cambio sono stati ottimizzati attraverso l’utilizzo di pinne verticali poste sui brancardi.

Entrando nella vettura, infatti, plancia e dashboard sono sorretti da una Y asimmetrica in carbonio, elemento portante e stilistico che incornicia il cockpit, progettato per mettere il pilota al centro di un’esperienza di guida assoluta. Il volante multifunzione con display è stato disegnato ispirandosi ai volanti delle monoposto di F1, mentre il sedile è l’OMP omologato FIA.

Una potenza di oltre 830 cavalli

Come dicevamo, la Lamborghini Essenza SCV12 è spinta dal motore V12 da oltre 830 cavalli, accoppiato al cambio portante 6 rapporti X-trac, abbinato alla trazione posteriore. Il rapporto peso/potenza è di 1,66 kg/CV, grazie all’inedito telaio monoscocca in fibra di carbonio.

Inoltre, sono state adottate soluzioni cinematiche ispirate dai prototipi da competizione, come le sospensioni posteriori push-rod installate direttamente sul cambio. Completano il panorama gli pneumatici slick Pirelli specifici montati su cerchi in magnesio da 19 pollici all’anteriore e da 20 pollici al posteriore, che evidenziano dischi e pinze freno sviluppati da Brembo Motorsport.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati