Renault: altro acquisto nel design, arriva Gilles Vidal

Renault: altro acquisto nel design, arriva Gilles Vidal

Da sempre in PSA, era in Peugeot dal 2009

Renault: altro acquisto nel design, arriva Gilles Vidal

Renault continua la sua campagna acquisti a livello dirigenziale e tecnico. La nomina di De Meo come nuovo CEO del Gruppo, quella in arrivo di Alejandro Mesonero-Romanos e l’ultima, in ordine di tempo, l’ufficializzazione dell’introduzione di Gilles Vidal nel team design. Il nuovo membro del gruppo transalpino entrerà in carica a partire dal prossimo mese di novembre.

Riporterà a Van den Acker

Vidal riporterà a Laurens van den Acker, direttore del design industriali e membro del Comitato Esecutivo del Gruppo Renault. Quest’ultimo ha accolto così il neo arrivo: “Gilles vanta una conoscenza approfondita della creazione di marche forti ed attrattive basate sul design. La sua esperienza nota a tutti, il suo senso dell’innovazione e passione per il design saranno veri punti di forza per il Gruppo Renault. Gilles è stato fonte di ispirazione per molti e sono felice di lavorare con lui per raccogliere le sfide della mobilità del futuro”.

Dal Gruppo PSA a Renault

Gilles Vidal ha trascorso tutta la sua carriera nel Gruppo PSA, iniziando da Citroen. Del marchio del Double Chevron è stato responsabile del design esterno ed interno, per poi diventare responsabile di Citroen C4 e C4 Picasso. Ha chiuso la sua avventura in Citroen da responsabile dell’advanced design.

Il 2009 ha visto il suo passaggio a Peugeot, di cui è diventato direttore del design dal 2010. Sotto il suo impulso, il Leone ha rinnovato l’identità stilistica con una crescita della gamma incarnata da modelli come la 3008 e la 508. All’interno del Gruppo PSA, era anche responsabile degli sviluppi User Experience (UX) ed User Interfaces (UI) e della creazione di Peugeot Design Lab.

Scopri le Offerte



    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati