Stato d’emergenza Italia: gli obblighi da rispettare per gli spostamenti in auto

Stato d’emergenza Italia: gli obblighi da rispettare per gli spostamenti in auto

Ok della Camera per la proroga dello Stato d'emergenza fino al 15 ottobre 2020. Tutte le regole da seguire per gli spostamenti in auto

Stato d’emergenza Italia: gli obblighi da rispettare per gli spostamenti in auto

La Camera ha dato l’ok per la proroga dello “stato d’emergenza” fino al 15 ottobre 2020. Non siamo al cospetto di un rinnovato “lockdown” e non bisogna fare confusione tra i due termini e situazioni differenti. La proroga assegna al Governo e alla Protezione Civile poteri straordinari ma non condizionerà ulteriormente la vita dei cittadini per quanto riguarda gli spostamenti sul territorio Nazionale visto il trend positivo del quadro epidemiologico registrato a luglio.

Spostarsi sì ma con degli obblighi

Si aggiungono quindi due mesi e mezzo di stato di emergenza rispetto alla precedente scadenza fissata per il 31 luglio 2020 senza nessuna modifica al quadro legislativo ora in vigore. Quindi le regole e obblighi per gli spostamenti in auto, moto, bici, a piedi, treno e aereo rimangono quelli attuali con l’obbligo di rispettare le misure igienico-sanitarie attualmente in corso: distanziamento sociale, l’utilizzo della mascherina nei luoghi chiusi con controllo temperatura e isolamento in caso di sintomi influenzali. Non c’è nessuna limitazione per gli spostamenti tra regioni in Italia mentre per gli spostamenti da e per l’estero bisogna verificare singolarmente la lista e gli accordi tra i Paesi perché per alcuni è prevista la misura della quarantena.

Cosa cambia in auto

Sappiamo che all’interno dell’abitacolo di un’auto a 5 posti possono esserci al massimo 3 persone. Solo il conducente nella zona anteriore mentre i due passeggeri sul divano posteriore. Per tutti è obbligatorio indossare la mascherina. Se l’auto è omologata a 7 posti al suo interno potranno esserci al massimo 5 persone ovvero un conducente e 4 passeggeri seguendo la medesima logica per il distanziamento e mascherina. Questa regola decade quando i passeggeri sono familiari o conviventi.

Cosa potrebbe cambiare

In caso di peggioramento della curva epidemiologica, con numero di contagi in crescita costante, il Governo con la proroga di stato d’emergenza e poteri eccezionali potrebbe applicare nuove zone rosse, limiti alla circolazione e un nuovo lockdown per preservare il funzionamento degli ospedali e salute pubblica. Questa opzione sembra per ora essere scongiurata e si invita tutti i cittadini a rispettare la legge e il buon senso civico così da non incorrere anche a importanti multe e sanzioni (più di 500 euro a persona).

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati