Toyota Yaris 2020: PROVA SU STRADA dell’ibrida col 1.5 da 116 CV. I consumi reali [VIDEO]

Dinamica e confortevole alla guida. Ecco i consumi nella nostra prova su strada

Nuova Toyota Yaris ibrida 2020: alla prova con i consumi reali. Ecco il prezzo di lancio e l'uscita senza dimenticare le caratteristiche

La nuova Toyota Yaris si rinnova con la quarta generazione, cercando di mantenersi al vertice delle vendite delle segmento B. Come? Rinnovandosi! Anzi, rivoluzionandosi. Il cambiamento parte dall’estetica di interni ed esterni per poi approdare nei motori ibridi di ultima generazione. La sfida è però quella di permettere agli automobilisti di domani di riuscire anche a divertirsi una volta impugnato il volante.

Passo allungato e più spazio a bordo

Nuova Yaris 2020 è il primo modello della Casa nipponica a utilizzare la piattaforma TNGA-B (Toyota Architettura Globale dedicata, nel suddetto caso, alle segmento B) soluzione costruttiva che contribuisce a rendere la vettura più larga (1.745 mm, aumentando di 50 mm) e con un passo allungato di 50 mm, garantendo maggiore spazio nell’abitacolo. In contro tendenza vanno altezza (1.500 mm) e lunghezza (-5 mm in lunghezza per 3.940 mm in totale) diminuiti rispetto al modello precedente.

Estetica muscolosa e da hot Hatch

Il design della nuova Yaris è cresciuto in dinamismo e movimento, caratterizzato da linee più forti e decise sulle fiancate, robusti parafanghi anteriori e posteriori, grande griglia anteriore e moderni fari a LED. La coda della compatta di Toyota propone dei rinnovati fanali posteriori con forme scolpite e uniti tra loro da un rivestimento nero che si estende sull’intero portellone del bagagliaio, mentre sotto di esso si nota la muscolosità delle forme del paraurti posteriore. Non c’è che dire. Il design estetico inedito è azzeccato e la fa quasi rassomigliare a una piccola sportiva hot Hatch.

Abitacolo curato con tante svuota-tasche

E dentro? Una volta seduto e impugnato il volante si notano le dimensioni più minute e pratiche dello stesso con la corona posizionata più verticalmente rispetto al passato. La plancia è composta da plastica ma di buona qualità e, come promesso dagli ingegneri, tutto l’abitacolo è costruito con attenzione per evitare scricchiolii di ogni sorta. Arricchiscono visivamente gli interni e alcuni orpelli estetici in nero lucido a contornare le bocchette per l’aria, rifinendo anche la plancia centrale. Presente lo schermo Toyota Touch Screen centrale che racchiude l’infotainment, il quadro strumenti con tre piccoli schermi (due circolari) affiancati e l’head up a colori da 10 pollici. Dietro l’abitabilità è garantita da un divanetto dalla seduta confortevole, anche se di dimensioni ridotte. Si sta comodi in due ma non in tre. Da segnalare la presenza di un abitacolo scuro con pochi pozzi di luce soprattutto per chi siederà dietro di noi.

Motore ibrido Toyota di nuova generazione

La maggior parte dei clienti europei preferirà la motorizzazione ibrida, che è stata migliorata sulla Toyota Yaris 2020. Il powertrain hybrid di Toyota sfrutta la combinazione tra il nuovo motore benzina tre cilindri da 1.5 litri, che promette più reattività, con l’ausilio del motore elettrico e il cambio CVT. La vettura è così in grado di erogare 116 CV di potenza massima combinata grazie al sistema Full Hybrid Electric di quarta generazione, completamente riprogettato con nuove componenti ibride, ottimizzate per ridurre il peso, e una nuova batteria al litio, più piccola e leggera di 12 chilogrammi posta dietro ai passeggeri posteriore. Ciò ha permesso di mantenere lo spazio inalterato nel bagagliaio che annovera 700 mm di profondità per 286 litri di capienza minima.

Un cambio CVT egregio e funzionale

Come anticipato, in accoppiata al motore ibrido c’è il cambio automatico CVT. Durante la prova su strada questo si è mostrato ideale e funzionale alla nuova Yaris, riuscendo a contribuire al rapido scambio di flussi di energia tra motore termico ed elettrico e poi, soprattutto nella guida più compassata della città, mi ha permesso di usare l’energia emessa dall’unità elettrica, per l’80% del tempo di marcia, senza chiamare in causa il benzina.

Si possono fare i 3 l/100 km

La Casa dichiara consumi a partire da 2.9 l/100 km ed emissioni da 64 g/km di CO2 (nel ciclo NEDC correlato), con la possibilità di veleggiare in solo elettrico fino a 130 km/h. Durante la mia prova il computer di bordo mi ha rilasciato il dato di 4,5 l/100 km ma, con una guida più attenta, si possono raggiungere i dati di Toyota.

Anche con motori benzina

La nuova Toyota Yaris 2020 è disponibile anche con il solo motore a benzina 1.0, simile a quello della passata generazione.

Ricco equipaggiamento di serie e inedito airbag centrale

L’elenco dei sistemi di sicurezza e di assistenza alla guida presenti sulla nuova Yaris è piuttosto lungo e include, oltre alla suite Toyota Safety Sense, anche il primo airbag centrale al mondo. Tra le altre tecnologie a bordo ci sono il cruise control adattivo e il mantenimento della corsia di marcia, entrambi derivati dalla Corolla e che fanno parte della dotazione di serie della nuova Yaris.

La prova su strada

Per il nostro test drive di anteprima abbiamo scelto il propulsore ibrido, che abbina al lavoro dell’unita elettrica la spinta del motore benzina 1.5, tre cilindri. In tutto, la potenza erogata raggiunge i 116 CV complessivi e i 141 Nm di coppia. La spinta dell’accelerazione è corposa ma non fastidiosa. Dimenticatevi il classico calcetto nella schiena della spinta elettrificata in favore di una coppia più lineare e armoniosa. Tutto a vantaggio di una guida più divertente.

A proposito della guida più ludica. La nuova Toyota Yaris porta in dote il comfort che tanto era piaciuto nella sua vecchia incarnazione a cui si aggiunge, questa volta, la possibilità di un handling più dinamico grazie alla presenza della nuova piattaforma TGA-B, irrigidita del 37% rispetto al passato. Più nello specifico sono state aggiunte parti in acciaio rinforzate proprio dietro al cruscotto, nella parte sottostante i sedili anteriori e presso la coda, nella zona del montante C posteriore.

L’irrobustimento si sente alla guida, donando alla nuova Yaris 2020 un inserimento e una percorrenza in curva del tutto inedito, pur mantenendo inalterate le qualità di comfort ereditate dalla vecchia generazione.

Il divertimento regalato, una volta impugnato il volante, è anche merito della nuova ripartizione dei pesi, delle nuove sospensioni MacPherson all’anteriore e del riposizionamento degli ammortizzatori ad attrito ridotto. Ma non è finita qui. Davvero comunicativo e confortevole il volante, capace di trasmetterci al meglio le sensazioni della vettura sia alle alte che alle basse velocità.

Infine, da segnalare che il baricentro della Toyota Yaris è stato spostato più in basso, più nello specifico di circa 21 mm rispetto al vecchio modello, con il sedile spostato indietro di 60 mm. Una soluzione in controtendenza rispetto al moda del momento che vede i SUV e la guida alta troneggiare. Toyota fa tutto il contrario e vi riporta più in basso per farvi assaporare meglio le sensazioni di guida inedite. L’unico piccolo difetto l’ho percepito nelle frenate più lievi, quelle preponderanti durante le andature più cittadine, a causa della presenza di un lieve scalino che distingue la frenata rigenerativa e, solo in un secondo momento, la frenata più potente vera e propria.

Allestimenti disponibili

La nuova Toyota Yaris sarà disponibile al lancio in quattro allestimenti.

Active: con cerchi in acciaio da 15″, clima automatico, sistema Toyota Touch 3 con schermo da 7″ e Toyota Safety Sense
Trend: con l’aggiunta di cerchi da 16″, fari LED e quadro strumenti TFT
Style: con l’aggiunta di esterni bitono
Lounge: con l’aggiunta del tettuccio panoramico

Prezzi ufficiali e uscita

La consegna delle prime vetture è prevista per il mese di settembre 2020, mentre l’offerta di lancio sarà a partire da 13.700 euro col motore 1.0 e la versione Active. Per avere il motore ibrido il prezzo parte da 18.300 euro.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    2 commenti

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • orazio adolfo ha detto:

      Questa Yaris di quarta generazione,mi piace proprio,e fra circa 9 mesi penso di comprarla Km Zero,il motivo che aspetto 9 mesi c’è e chiaro,aspetto la vostra prova su strada.Grazie e saluti.

    • Francesco Bria ha detto:

      molto bella volevo qualche notizia sul motore 1000 benzina (consumo e vivacita del motore ) grazie Francesco

    Articoli correlati