Suzuki Swift Hybrid 2020: PROVA SU STRADA, arriva in Italia da 12.790 euro [FOTO]

Si converte all'ibrido anche la Swift Sport

La nuova Suzuki Swift Hybrid 2020 è ibrida, 4×4, automatica e anche Sport. La Suzuki Swift è il modello in primo piano del marchio giapponese tra le compatte ed ora arriva la nuova gamma ibrida di seconda generazione, per completare così il listino della casa di Hamamatsu in tema di elettrificazione. Ricordiamo infatti che la fortunata citycar giapponese era già approdata alla tecnologia mild-hybrid dal 2017, ma oggi viene proposta una nuova meccanica, capace di sfruttare un nuovo propulsore a benzina con sigla K12D e una nuova batteria da 10Ah, contro i 3 precedenti. Le novità vengono completate con leggeri aggiornamenti estetici e una nuova dotazione di sistemi ADAS di livello 2, di serie fin dalla versione base. Disponibile in due livelli di allestimento, con motore 1.2 litri mild-hybrid a 12 volt da 83 CV (contro i 90 CV della generazione precedente), oltre alla più potente versione Sport Hybrid. Il listino prezzi per l’Italia parte da 12.790 euro (con sconti ed ecoincentivi).

Nuovi cerchi in lega e colorazioni. Dotazione super ricca di serie.

Questo modello propone una linea fresca e moderna, con un mix tra eleganza e dinamismo, con i nuovi fari full LED a dare un tocco più high-tech. Numerose le possibilità di personalizzazione, con i nuovi cerchi in lega ed un nuovo assortimento di colorazioni disponibili. Si aggiorna anche la calandra, ora con un motivo 3D più pronunciato e moderno.

Lunga 385 centimetri, la Suzuki Swift Hybrid è stata realizzata sulla piattaforma Heartect, che ha aiutato i tecnici a contenere la massa a vuoto a favore di una maggiore maneggevolezza. Il peso arriva ora a circa 1.040 kg, con i 45 extra del nuovo sistema ibrido, rimanendo comunque una delle più leggere e manovrabili del segmento. Disponibile anche con la trazione integrale, con il sistema 4×4 AllGrip Auto, questo modello propone un’ampia gamma di sistemi di ADAS, con guida autonoma di livello 2.

La dotazione di tutti gli allestimenti include, per esempio, i sistemi “nontiabbaglio”, “attentofrena”, “guardaspalle”, “vaipure”, “occhioallimite”, “guidadritto” e “restasveglio”. I fari Full-LED sono di serie, così come l’infotainment, gli ADAS, il clima e molti altri accessori non comuni su queste auto.

Suzuki Swift Hybrid 2020, la nostra prova su strada

La grande novità risiede sotto al cofano, ovvero il nuovo 1.2 aspirato a benzina con sigla K12D viene portato ora a 83 CV, diminuendo leggermente il tiro agli alti ma guadagnando un importante aiuto dal sistema mild-hybrid che assicura circa 3 CV ma si occupa principalmente di alimentare i sistemi elettronici dell’auto, come clima, infotainment, luci, servosterzo ecc, così da non sottrarre energia propulsiva al motore, che può sempre occuparsi di fornire motricità alle ruote, senza ulteriori dissipazioni di energia. In questo modo la Swift Hybrid è fluida e scattante, nonostante la poca potenza poiché il picco di coppia è stato ora portato a 2.800 giri/min contro i 4.400 della generazione prima e diventa davvero l’auto ideale per gli spostamenti urbani. E’ compatta ma pratica e con una buona abitabilità oltre a godere di una dinamica di guida unica nel suo settore. Il baricentro basso e l’impronta a terra larga, con le ruote poste quasi ai 4 angoli della vettura la rendono stabile anche alle alte velocità. Gode di un’ottima frenata e lo sterzo non è così neutro e leggero come ci si potrebbe aspettare da questa tipologia di auto. La Swift Hybrid 2020 convince grazie ad un’offerta davvero completa, diventando l’auto ideale per qualsiasi tipo di esigenza urbana, con una dotazione ricca, una buona tecnologia, un motore scattante ma parco nei consumi e un design che riesce a strizzare l’occhio sia ai giovani ma anche agli adulti, senza sfigurare in nessuno dei due contesti.

Swift Sport, ora anche lei Hybrid: 129 CV ma che carattere!

Si converte all’ibrido anche la più pepata delle Swift, la Sport. Troviamo per lei il già conosciuto 1.4 turbo benzina Boosterjet che riduce la sua potenza a 129 CV (contro i 140 CV della generazione precedente) ma aggiungendo un nuovo sistema Mild-hybrid da 48V, capace di assicurare circa 13,6 CV in più quando serve. Il risultato è una piccola sportivetta che non fa rimpiangere la precedente motorizzazione ma anzi, ne guadagna con una spinta ai bassi più vigorosa e piena. Il turbo-lag è pressoché assente, grazie ad una turbina a bassa inerzia capace di lavorare all’immediata pressione del pedale del gas, aiutata anche dalla spinta extra del piccolo motore elettrico. Si percepisce forse una piccola diminuzione del tiro agli alti regimi, ma quasi impercettibile. Purtroppo non possiamo confrontare i dati quali accelerazione e velocità massima perché dal Giappone non sono ancor astati comunicati. Troviamo poi nuovi supporti del motore, una nuova turbina maggiorata con doppia rasatura variabile e nuovi rinforzi per il pianale. La Swift Sport però, rimane sempre un bel “giocattolino” con cui divertirsi e capace di stampare comunque un bel sorriso in faccia a chi siede davanti al volante: l’erogazione è lineare ma vivace, la tenuta di strada sorprendente così come la frenata, sicuramente la migliore tra le segmento A.

Consumi e prezzi

Il sistema mild-hybrid consente alla Swift di staccare consumi davvero da record. Il suo nuovo 1.2 Dualjet da 83 CV è ora più pronto ai bassi e ciò le consente di essere anche più efficiente su strada. Abbiamo rilevato percorrenze di circa 18/19 km al litro in ambito urbano che salgono ad oltre 24 km al litro in extraurbano, ma attediamo una prova completa nei nostri Com’è & Come Va per approfondire il discorso. Anche la Sport Hybrid si è comportata bene, totalizzando un buon 15 km al litro in urbano se usata con piede gentile. In extraurbano tocca anche lei i 20 km al litro.

Il listino della nuova Suzuki Swift Hybrid 2020 parte da un prezzo d’attacco di 17.290 euro, salendo a 23.850 per la Sport Hybrid. Prezzo al quale vanno poi detratti gli ecoincentivi statali (fino a 1.500 euro in caso di rottamazione) e lo sconto Suzuki di ben 3.000 euro (fino al termine della campagna promozionale). Interessanti anche le garanzie aggiuntive che Suzuki offre, come i 3 anni di garanzia estesa che includono anche l’assistenza stradale o i controlli gratuiti presso la rete di officine certificate. Da non dimenticare poi le agevolazioni in caso di acquisto con finanziamento, ma per tutte le informazioni più dettagliate rimandiamo alla rete vendita di Suzuki.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Auto

Suzuki Vitara Hybrid | Com’è & Come Va

Suzuki Vitara 1.4 Hybrid TOP 2020: la nostra Prova su Strada
La nuova Suzuki Vitara Hybrid è finalmente arrivata. Dopo 5 anni dal suo debutto si rinnova l’iconico SUV giapponese della