Hyundai i10 2020 | Com’è & Come va

Hyundai i10 2020: ecco la prova su strada video con la nostra recensione e pagelle

La nuova protagonista del nostro format Com’è e Come va è la rinnovata Hyundai i10 2020. La piccola citycar arrivata alla terza generazione ha più carattere, mantiene dimensioni compatte e con il piccolo 1.0 3 cilindri benzina promette ottimi consumi di carburante e un buon compromesso tra piacere di guida e comfort. Volete sapere tutti i suoi segreti? Li trovate in questo articolo e nella VIDEO prova!

Dimensioni e misure

Per essere una regina della città le dimensioni devono essere obbligatoriamente da super compatta e la nuova Hyundai i10 centra in pieno questo obiettivo con una lunghezza di 3,67 metri, una larghezza di 1,67 metri (+2 cm) e una altezza di 1,48 metri (-2 cm) con un passo di 2,43 metri (cresciuto di 4 cm).

Estetica e design

A livello stilistico il design della nuova i10 è ancora più aggressiva con linee più nette che le donano un aspetto dinamico. I fari accigliati anteriori vengono tagliati dal cofano motore che ora ha una doppia nervatura. La grande mascherina inferiore integra le luci circolari diurne e la linea di cintura è abbassata con la parte inferiore delle fiancate scavate. Al posteriore cambia il disegno delle luci che vengono unite idealmente da due nervature orizzontali. In più, a richiesta, c’è la possibilità di avere la carrozzeria bi-colore e tetto nero o rosso a contrasto.

Com’è dentro

Come per la maggior parte delle auto di segmento A non aspettatevi l’effetto “wow” per la qualità di materiali usati per la plancia perché le superfici sono tutte in plastica dura anche se ben alternate agli inserti in piano black. Molti gli scomparti dove riporre i nostri oggetti: nella parte bassa delle portiere, nel cassetto davanti al passeggero anteriore e nel tunnel centrale con un doppio porta bevande e uno spazio incassato dove riporre gli oggetti più lunghi. Sento solo la mancanza del bracciolo centrale. Però anche a livello di spazio sulla nuova i10 si sta molto comodi a dispetto delle sue dimensioni con la plancia verticale che sembra incassata sotto al parabrezza e c’è anche più spazio in larghezza. Purtroppo il volante è regolabile solo in altezza e non in profondità. Sul divano posteriore si sta comodi con spazio sia per le gambe sia per la testa anche se è sempre meglio viaggiare in quattro. Il tunnel centrale è praticamente inesistente con conseguente pavimento piatto però mancano le bocchette dell’aria e prese USB per chi sta dietro, le maniglie laterali e per aprire i finestrini c’è solo la pratica ma antiquata manovella.

Bagagliaio

La forma del portellone posteriore è regolare ma aprendolo scopriamo che la cappelliera non ha i classici tiranti e bisogna sollevarla a mano. All’interno del vano bagagli ci sono due utili ganci di plastica e la luce di cortesia e si può regolare il piano di carico su due livelli. Così scegliendo quello superiore si crea una superficie perfettamente piatta quando andiamo ad abbattere il divano posteriore passando da 252 litri a 1.050 litri disponibili.

Infotainment e sistema multimediale

Il nuovo sistema multimediale è posto più in alto rispetto alla strumentazione. Così alla guida ci si distrae ancora meno. Nel nostro allestimento Tech il clima è manuale mentre su quello Prime è automatico con la possibilità a richiesta di avere anche la ricarica wireless per lo smartphone. Nel porta oggetti centrale che anche una presa USB e una da 12 Volt. Lo schermo da 8 pollici touchscreen con comandi fisici ai lati racchiude il sistema di infotainment ma di serie sarebbe da 3,8 pollici. La grafica è intuitiva e anche il suo funzionamento è veloce al tatto. La nostra auto non ha il navigatore ma il sistema di mirroring con Apple CarPlay e Android Auto così da poter utilizzare alcune App del nostro cellulare.

La prova su strada

Al volante della Hyunda i10 mi accorgo subito che le dimensioni compatte di 3,67 metri mi permettono di infilarmi davvero ovunque. È agile con uno sterzo leggero e si capisce subito che il suo territorio ideale è la città visto che si parcheggia in un fazzoletto e c’è anche la retrocamera con i sensori di parcheggio. Sotto al cofano c’è il mille 3 cilindri da 67 CV e 96 Nm di coppia con cambio manuale a 5 marce e trazione anteriore. Non aspettatevi prestazioni esaltanti e il “frullare” del 3 cilindri si sente in abitacolo soprattutto durante le ripartenze da fermo e in accelerazione mentre a velocità costante la situazione acustica migliora. Gli pneumatici da 15 pollici sono perfetti sia a livello di comfort sia a livello di handling visto che anche il reparto sospensioni riesce ad assorbire bene buche o imperfezioni del manto stradale. Il cambio manuale a 5 marce ha una leva abbastanza lunga ma è sincero nelle cambiate grazie anche al pedale della frizione, morbido, che ha una corsa corta. I consumi sono sempre ottimi: il computer di bordo mi segnala una media totale di 5.3 litri per 100 km dopo un mix di percorsi urbani, extraurbani e anche autostrada che questa nuova i10 non disdegna affatto nonostante manchi la sesta marcia e i canonici 130 orari li troviamo a 4000 giri.

Aiuti alla guida, ADAS

I test di sicurezza EURONCAP per la terza generazione non sono stati ancora effettuati ma sia la prima generazione sia la seconda generazione di Hyundai i10 hanno ottenuto le 4 Stelle EURONCAP. La dotazione di sicurezza è completa di serie fin dal primo allestimento: c’è il cruise control che non è adattivo, il sistema di avviso di ripartenza, il rilevamento di stanchezza conducente, la frenata automatica di emergenza con riconoscimento pedone, il sistema di mantenimento della corsia sia sonoro sia attivo. Si possono avere come optional i freni a disco posteriori al prezzo di 1.300 euro sull’allestimento Prime.

Allestimenti e prezzi di listino

In attesa della versione a GPL e di un motore a benzina più potete a listino c’è solo un motore con prezzi che partono da 12.900 euro per la Advanced Ecopack fino ai 17.800 euro dell’allestimento top di gamma Prime con cambio automatico.

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
Molto spazio all'interno nonostante le dimensioni contenute. Apertura delle porte quasi a 90° e ottima accessibilità in abitacolo. Consumi sempre bassi.Cappelliera senza i tiranti scomoda. Rumore del 3 cilindri in abitacolo eccessivo in accelerazione o fase di ripartenza. Dietro mancano sia le maniglie sia la possibilità di apertura dei vetri elettricamente.

Hyundai i10 2020: la Pagella di Motorionline

Motore:★★★☆☆ 
Ripresa:★★★☆☆ 
Cambio:★★★☆☆ 
Frenata:★★★☆☆ 
Sterzo:★★★½☆ 
Tenuta di Strada:★★★★☆ 
Comfort:★★★☆☆ 
Posizione di guida:★★★½☆ 
Dotazione:★★★★☆ 
Qualità/Prezzo:★★★★☆ 
Design:★★★★☆ 
Consumi:★★★★½ 

Hyundai i10 2020 – Scheda tecnica

Lunghezza (cm): 367
Larghezza (cm): 168
Altezza (cm): 148
Porte: 5
Posti: 5
Bagagliaio(l): da 252 a 1050 litri
Motore: 1.0 litri 3 cilindri da 67 CV e 96 Nm di coppia
Prezzi: da 12.900 a 17.800 euro

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati