Ferrari, il Covid-19 dimezza le consegne: -48% nel secondo semestre 2020

Ferrari, il Covid-19 dimezza le consegne: -48% nel secondo semestre 2020

La pandemia azzera l'utile del Cavallino

Ferrari, il Covid-19 dimezza le consegne: -48% nel secondo semestre 2020

Anche Ferrari, come tutte le altre Case automobilistiche nel mondo, ha pagato a caro prezzo gli effetti della pandemia da Covid-19. I numeri del secondo semestre 2020 del Cavallino raccontano di una sostanziale ed inevitabile flessione.

A causa del lockdown causato dalla diffusione del coronavirus che ha costretto allo stop del settore automotive, il secondo semestre dell’anno ha fatto segnare un forte calo, con sole 1.389 unità, pari a -48% delle vetture consegnate dalla Casa di Maranello nello stesso periodo del 2019.

Ricavi -42%, utile crollato del 95%

La forte contrazione delle consegne ha portato giù i conti di Ferrari, con i ricavi che sono scesi del 42%, attestandosi a 571 milioni di euro. Crollo ancora più marcato per l’utile netto che è calato del 95% a 9 milioni di euro.

Contrassegnati del segno negativo anche i principali indici economico-finanziari del Cavallino, con l’ebitda pari a 124 milioni di euro sceso del 60%, mentre il margine ebitda adjusted è passato dal 32% del secondo semestre 2019 al 21,9% del stesso periodo di quest’anno. Flessione del 90%, così come per l’ebit adjusted, anche per l’ebit che risulta pari a 23 milioni. Giù del 96%, passando da 0,96 euro di un anno fa a 0,04 di quest’anno, invece l’eps diluito adjusted del secondo semestre.

Previsioni per fine 2020 ritoccate leggermente verso il basso

Nonostante le enormi difficoltà del periodo e i numeri impietosi, Ferrari conferma, anche se nella parte più bassa del range rispetto a quanto fissato a maggio, le previsioni per la fine dell’anno, stimando di chiudere il 2020 con ricavi netti superiori a 3,4 miliardi di euro, ebitda adjusted tra 1,075 e 1,125 miliardi, ebit adjusted tra 0,65-0,70 miliardi, utile diluito adjusted per azione a 2,6-2,8 per azione e free cash flow industriale tra 0,10-0,15 miliardi.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati