FCA: avviata la produzione di mascherine chirurgiche con l’obiettivo di 27 milioni di pezzi al giorno

FCA: avviata la produzione di mascherine chirurgiche con l’obiettivo di 27 milioni di pezzi al giorno

Linee produttive aumentate e spazi dedicati. FCA in prima linea nella produzione delle mascherine per la Protezione Civile

FCA: avviata la produzione di mascherine chirurgiche con l’obiettivo di 27 milioni di pezzi al giorno

44 linee adibite alla produzione di mascherine in 16 mila metri quadrati divisi tra Mirafiori e Pratola Serra. È questo l’adeguamento che FCA porta ai propri stabilimenti per produrre mascherine chirurgiche all’interno dei siti dove vengono assemblate le Maserati Levante, Ghibli e Quattroporte oltre alla nuova Fiat 500 elettrica. L’avvio della produzione è in programma tra agosto e settembre con 600 lavoratori occupati a regime per far seguito all’iniziativa promossa da Domenico Arcuri, Commissario Straordinario per l’emergenza Coronavirus.

Auto e mascherine

L’obiettivo è quello di produrre 27 milioni di mascherine al giorno da consegnare alla Protezione Civile che penserà alla distribuzione sul territorio nazionale mentre una piccola parte sarà trattenuta da FCA per i propri dipendenti. Una quantitativo enorme per sbloccare definitivamente il mercato. La produzione è già iniziata con l’arrivo dei primi quattro macchinari industriali nei 7.000 metri quadrati riservati a tale scopo a Mirafiori nell’officina 63 con 25 linee disponibili. Altre 19 linee saranno allestite nei 9.000 metri quadrati disponibili al centro dell’impianto di Pratola Serra.

Le dichiarazioni ufficiali

Pietro Gorlier, Chief Operating Officer Europe, Middle East, Africa. Global Head of Parts & Service (MOPAR) , ha commentato: “Questa iniziativa rientra in un’azione più ampia che abbiamo portato avanti in ambito mondiale per sostenere le realtà locali in cui siamo presenti ed in particolare i nostri dipendenti. In Italia abbiamo messo a disposizione le nostre eccellenze sul fronte industriale fin dalle prime battute della pandemia e ci siamo fortemente impegnati con tutte le nostre società con molteplici iniziative a sostegno delle organizzazioni sanitarie italiane e internazionali”.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati