Mercedes Classe E 2020: prima PROVA SU STRADA del nuovo restyling [FOTO e VIDEO]

Al volante della Mercedes E 400 d da 340 Cv di potenza

La tradizione delle berline di fascia medio-alta per Mercedes ha radici storiche e la Classe E di ultima generazione, una delle “orfane” del Salone di Ginevra, ne è ancora una volta la massima espressione. Più rifinita della Classe C, ma anche dedicata ad un pubblico più ampio della Classe S, la Mercedes Classe E 2020 è stata aggiornata e riproposta con alcune delle ultime novità della casa di Stoccarda, come sempre nelle versioni berlina, station wagon, coupé e All-Terrain. Scopriamola insieme.

Pochi aggiornamenti per essere al passo delle sorelle

Esternamente ci sono stati più degli aggiornamenti che dei cambiamenti. Del resto stiamo parlando di un facelift. La sua lunghezza è di 4,93 metri, la larghezza si assesta sui 1,85 metri e l’altezza sui 1,46 metri. La calandra è stata aggiornata, cn il logo della Stella ben evidente al centro e diverse cromature extra. Aggiornati anche i gruppi ottici, che ora vantano la tecnologia Full LED di serie e possono equipagiare come optional i Multibeam Ultra Range.
All’interno fa il suo debutto anche in questa gamma il sistema di infotainment MBUX, come al solito dotato dell’enorme doppio schermo da 10,25 pollici per il quadro comandi e da 12,3 pollici per l’infotainment vero e proprio. Naturalmente sono presenti tutte le funzioni che già abbiamo avuto modo di scoprire nei precedenti modelli, come ad esempio l’assistente vocale “Hey, Mercedes” e la compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto. Fa il suo debutto anche il nuovo volante capacitivo, rivestito in pelle, la cui funzione principale è quella di percepire il tocco del conducente anche senza applicare forza al volante. In questo modo il sistema di controllo della corsia saprà sempre se stiamo tenendo il volante o meno, come prevede la legge. Il bagagliaio della coupé che vedete nelle nostre immagini presenta una capienza che parte da 370 litri e che, abbattendo i sedili, si alza fino a 540 litri.

Motori: inizia l’era elettrificata

Naturalmente anche la Mercedes Classe E sta entrando nell’era dell’elettrificazione. In questo particolare caso abbiamo a che fare con un’ibrida plug-in, ma è prevista anche la variante mild hybrid da 48 volt. Quest’ultima è disponibile sulla E 200 con potenza da 197 Cv e sulla E 53 AMG da 435 Cv. La versione plug-in EQ-Power è proposta su vari livelli e garantisce fino a 122 Cv di potenza in più sui modelli E 300e da 211 Cv ed E 200de da 194 Cv. Sono ovviamente presenti anche i normali motori termici, che comprendono la solita nutrita gamma di benzina e diesel. Proprio tra questi ultimi è venuta fuori la coupé alla quale ci siamo messi alla guida, ovvero la E 400 d. Si tratta di un 3.000 a gasolio capace di sviluppare una potenza massima di 340 Cv, mentre la coppia si assesta su 700 Nm disponibili ad un regime compreso tra i 1.200 e i 3.200 giri al minuto. Come potete ben immaginare, si tratta di una meccanica molto scattante. Il tempo impiegato per passare da 0 a 100 km/h non ci è ancora stato svelato in quanto non omologato, ma tenendo conto delle prestazioni su altri modelli, pensiamo che la barriera dei 6 secondi non sia poi così lontana.

Abbiamo quindi a che fare con una coupé “verace”, se ci passate il termine, decisamente piacevole e divertente da guidare, unita però al lusso che un marchio come la Stella di Stoccarda non può assolutamente negare al suo pubblico. Il doppio pannello dell’infotainment è come sempre molto leggibile e decisamente d’effetto. Il software MBUX è uno dei più avanzati del mercato e si comporta decisamente bene. Anche “Hey, Mercedes”, l’assistente vocale installato, è in grado di capire diversi comandi e, contrariamente ad un Siri o ad un Ok Google residenti sullo smartphone, può agire su diversi elementi della vettura come riscaldamento, illuminazione e simili. Peccato solamente che continui ad avere alcune difficoltà a comprendere la lingua italiana e, in questo senso, paghiamo il fatto di non essere moltissimi a parlare il nostro idioma, quanto meno se lo paragoniamo al numero di persone che parlano inglese o spagnolo, ad esempio. Il machine learning va così in difficoltà, ma il fatto che l’MBUX sia sempre più diffuso, anche su auto di più largo consumo come la Classe A, porterà in futuro il sistema ad un livello più alto.

Quanto costa la nuova Mercedes Classe E 2020?

La nuova Mercedes Classe E 2020 è disponibile nei concessionari ad un prezzo di partenza di 54.300 €.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati