Suzuki sponsor del Torino anche per la stagione 2020/21

La partnership è giunta alla sua ottava stagione

Suzuki sponsor del Torino anche per la stagione 2020/21

Suzuki continua il suo impegno nel mondo del calcio. Anche nella stagione 2020/21, infatti, la casa automobilistica sarà main sponsor del Torino. Il logo Suzuki sarà dunque presente sul petto dei giocatori della formazione granata in tutte le partite del prossimo campionato di Serie A e negli incontri di Coppa Italia, oltre che sulla cartellonistica dello Stadio Olimpico Grande Torino.

“Il valore dell’impegno per l’ottenimento dei migliori risultati appartiene al Dna del Torino FC come anche di Suzuki – ha dichiarato il Presidente di Suzuki Italia, Massimo Nalli, che poi aggiunto – In questa fase storica di ripartenza del club granata con obiettivi ambiziosi, Suzuki è quindi orgogliosa di confermare la propria presenza sulle maglie dei calciatori granata”.

Una partnership nata nel 2013

La partnership tra Suzuki Italia ed il Torino è nata ormai sette anni fa, nella stagione 2013/14, portando preziosa visibilità al marchio giapponese sui campi italiani e, in alcune occasioni, anche europei. Il brand Suzuki gode infatti di visibilità, associato a una squadra conosciuta in tutto il mondo e i cui colori sono storicamente legati a valori condivisi dall’Azienda giapponese.

“Sarà l’ottavo anno insieme, fianco a fianco ogni giorno. Suzuki è un marchio conosciuto in tutto il mondo, con una storia ultrasecolare e lo sguardo sempre rivolto al futuro, come il Toro – le parole del presidente granata Urbano Cairo – Una perfetta sintesi tra innovazione e tradizione, caratteristiche comuni che hanno permesso a questo legame di radicarsi e consolidarsi stagione dopo stagione”.

Nuova Volkswagen Golf 8 ibrida Da 179 € al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati