Auto volante, SkyDrive completa il primo volo di prova con una persona a bordo [FOTO e VIDEO]

Ma c'è ancora da lavorare sull'autonomia

Un’azienda giapponese ha completato i primi test della sua “auto volante” con una persona a bordo. Il mezzo, che più che una macchina volante è un eVTOL, ovvero un veicolo elettrico a decollo e atterraggio verticale (come un elicottero), è stato costruito da SkyDrive.

Con 8 motori elettrici

Durante un recente test, documentato dal video qui sopra, il velivolo si è alzato in aria ed è rimasto sospeso per alcuni minuti prima di tornare delicatamente a terra in tutta sicurezza. Il veicolo di SkyDrive, chiamato Manned Machine SD-03, utilizza 8 eliche e 8 motori elettrici per sollevarsi da terra e volare.

“Degli oltre 100 progetti di auto volanti che sono stati avviati nel mondo, solo in pochi sono riusciti ad essere svolti con una persona a bordo”, ha spiegato Tomohiro Fukuzawa di SkyDrive in un intervista al The Detroit News, aggiungendo poi: “Spero che molte persone vogliano guidarlo sentendosi totalmente al sicuro”.

Autonomia di volo ancora limitata a non più di 10 minuti

Fukuzawa afferma che al momento il prototipo di SkyDrive può volare solo per 5-10 minuti, ma si sta lavorando all’estensione dell’autonomia fino a 30 minuti per accrescerne il potenziale come mezzo di spostamento nelle metropoli. Il veicolo potrebbe essere esportato in diversi mercati, Cina compresa.

Gli ostacoli verso la commercializzazione

Naturalmente, ci sono ancora diverse incognite da affrontare prima di arrivare alla commercializzazione di veicoli eVOTL come la Manned Machine SD-03, incluso il controllo del traffico aereo, le dimensioni della batteria, l’organizzazione dell’infrastruttura relativa al loro funzionamento.

“Molti passi devono ancora essere compiuti”, ha dichiarato Sanjiv Singh, cofondatore di Near Earth Autonomy (altro produttore di eVOTL), aggiungendo: “Se costano 10 milioni di dollari nessuno li comprerà. Se volano per 5 minuti nessuno li comprerà. Se cadono dal cielo ogni tanto nessuno li comprerà”.

C’è anche Toyota a scommettere su SkyDrive

SkyDrive ha avviato il suo progetto nel 2012 ricevendo finanziamenti da grandi aziende come Toyota, Panasonic e lo sviluppatore di videogame Bandai Namco. Recentemente ha anche ottenuto un ulteriore investimento di 3,7 miliardi di yen (quasi 30 milioni di euro) che tra i finanziatori comprende anche il governo giapponese attraverso la Development Bank of Japan.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati