Danni all’auto: come ottenere l’indennizzo diretto

Quando si può ottenere e le tempistiche

Danni all’auto: come ottenere l’indennizzo diretto

Da qualche anno è possibile richiedere l’indennizzo diretto, per il risarcimento dei danni da un incidente, grazie al CARD (Convenzione tra Assicuratori per il Risarcimento Diretto). In questo modo, si snellisce molto la pratica per ottenere la liquidazione dei danni, riuscendo così a riceverli in anticipo. Ma non è sempre possibile sfruttare questa procedura: vediamo come funziona.

Si richiede il risarcimento alla propria compagnia

L’indennizzo (o risarcimento) diretto è una procedura introdotta dal Codice delle Assicurazioni private, dal 1° febbraio 2007, secondo cui si può ottenere il risarcimento dei danni subiti da un incidente stradale, senza responsabilità o con responsabilità parziale, direttamente dalla propria compagnia di assicurazione. Senza dover passare per la compagnia della controparte.

Solo due veicoli coinvolti

Una procedura molto più snella e veloce, ma solamente in alcuni casi è applicabile:

– i veicoli coinvolti devono essere solamente due
– i danneggiati non devono riportare lesioni gravi, che comportino un’invalidità permanente superiore al 9%
– i due veicoli devono avere targa italiana o di San Marino o del Vaticano
– il sinistro deve essere avvenuto in Italia
– il sinistro deve essere avvenuto con urto
– i veicoli devono essere assicurati con assicurazioni aderenti al CARD

Se l’incidente non rientra in queste casistiche, allora la liquidazione del sinistro avviene con la più classica procedura di risarcimento ordinario, chiedendo l’indennizzo alla compagnia della controparte.

Danni a persone o cose

L’indennizzo diretto consente di rimborsare i danni subiti dal veicolo, le lesioni lievi riportate dal conducente ed i danni alle cose trasportate di proprietà dell’assicurato o del conducente.

Le tempistiche e il rimborso

La richiesta di risarcimento con indennizzo diretto deve essere inoltrata alla propria compagnia, completa di tutti i dati dei soggetti e delle auto coinvolte, oltre alla descrizione del sinistro.

La compagnia deve inviare un’offerta di risarcimento entro 30 giorni per i danni alle sole cose con il modulo di constatazione amichevole sottoscritto da entrambe le parti, entro 60 giorni se la constatazione amichevole è stata sottoscritta solo dal danneggiato ed entro 90 giorni per danni alle persone.

Il danneggiato che accetta l’offerta, si vedrà versare la somma dalla propria compagnia entro 15 giorni dall’accettazione; se l’offerta di risarcimento viene giudicata non congrua, potrà avviare una procedura di conciliazione.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati