Toyota e Honda avviano i test di Moving e, stazione mobile che produce e fornisce energia elettrica [FOTO]

Pensata per le situazioni di emergenza

Toyota e Honda hanno realizzato un sistema mobile di produzione e fornitura di energia, chiamato Moving e.

Tale sistema è composto da un autobus a celle a combustibile che può trasportare una grande quantità di idrogeno e da dispositivi di produzione di energia a batterie portatili. Si tratta di un sistema pensato per fornire energia elettrica in situazioni di emergenza, come ad esempio quando si deve affrontare l’interruzione di elettricità in zone colpite da eventi naturali (tifoni, trombe d’aria o forti temporali).

Portare l’energia in luoghi colpiti da calamità, ma non solo

Grazie al fatto di essere mobile, la stazione di ricarica Moving e può essere facilmente spostata per essere utilizzato tanto in situazioni di emergenza quanto in condizioni di normalità, come per esempio fornire energia durante un evento. Le due Case automobilistiche giapponesi sono pronte ad avviare i test dimostrativi per confermare l’efficacia di tale sistema, che oltre ad essere vettore energetico può essere utilizzato anche come luogo sicuro per le persone nelle situazioni emergenziali.

Come funziona Moving e

Costituito nello specifico da una stazione di ricarica a celle combustibili Toyota, un dispositivo portatile di energia Honda Power Exporter 9000, due tipi di batterie portatili Honda (LiB-AID E500 e Honda Mobile Power Pack (MPP)) e un caricatore di batteria Honda Mobile Power Pack Charge & Supply Concept, il sistema Moving e verrà impiegato per fornire elettricità dove richiesto. Più dettagliatamente, i dispositivi e le batterie portatili saranno impiegati per estrarre l’elettricità dall’autobus a celle a combustibili, che fungerà da fonte di alimentazione e per trasmetterla agli apparecchi elettrici.

Capace di generare 454 kWh

Sviluppato sulla base della precedente versione di autobus Toyota a celle a combustibile, la stazione di ricarica è dotata di due serbatoi ad idrogeno ad alta pressione: questo aumenta significativamente la quantità di idrogeno trasportabile, consentendo così alla stazione di ricarica di aumentare la produzione e la capacità di generare potenza (produce 454 kWh con una potenza massima di 18 kW). In caso di interruzione di corrente elettrica a seguito di una calamità naturale, questa grande capacità generata consente al Moving e di fornire elettricità in luoghi chiusi (es. un centro di evacuazione) così come all’interno dei veicoli, immagazzinando in batterie portatili di grande capacità (ovvero l’Honda Mobile Power Packs e il Lib-AID E500) l’elettricità generata dalla stazione tramite il Power Exporter 9000.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati