Aumento RC Auto senza sinistri: come opporsi?

Aumento RC Auto senza sinistri: come opporsi?

Le procedure per evitare di pagare un premio più alto

Aumento RC Auto senza sinistri: come opporsi?

L’aumento della RC Auto è certo, nel caso si è coinvolti in un incidente con colpa (anche parziale), visto il peggioramento della classe di merito e lo scatto del malus assicurativo. Alcune volte, però, il premio della propria assicurazione aumenta anche se non si è stati coinvolti in un sinistro. Cosa si può fare per opporsi o per evitare di pagare una tariffa più elevata senza alcuna colpa?

L’aumento tariffario

Le compagnie assicurative, con la liberalizzazione del 1984, hanno piena libertà nel determinare i parametri per le proprie tariffe. Di conseguenza, possono scattare degli aumenti annuali per una variazione tariffaria delle classi di merito o per qualche copertura accessoria.

L’assicurazione è obbligata a trasmettere l’attestato di rischio ed una comunicazione scritta sulla scadenza ed il premio di rinnovo, almeno 30 giorni prima della scadenza. A questo punto, non essendoci più il tacito rinnovo, l’assicurato può decidere se rinnovare o cambiare compagnia.

Un incidente mai provocato

Diverso è il caso di un aumento per un peggioramento della classe di merito, senza aver però causato o essere coinvolto in alcun sinistro con colpa. A questo punto, potete presentare un reclamo presso la vostra assicurazione, chiedendo di ricalcolare la classe di merito ed il premio da pagare, senza tener ovviamente conto dell’incidente che non si è mai verificato.

Nel caso non siate soddisfatti della risposta dell’assicurazione, ci si può rivolgere all’Ivass, cioè l’Istituto di vigilanza sulle assicurazioni. Tramite il modulo apposito, si presenta un reclamo contro la propria compagnia assicurativa e si verrà successivamente contattati.

A differenza del caso precedente, in cui può bastare un cambio di compagnia per risparmiare, è necessario far rettificare l’attestato di rischio, togliendo le conseguenze dell’incidente mai provocato. Altrimenti si pagherà comunque una cifra superiore, avendo una classe di merito più elevata.

Leggi altri articoli in Assicurazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati