Nissan, innovazione nella produzione di parti in fibra di carbonio

Utile ad abbattere i tempi di sviluppo e stampaggio

Nissan innova i processi produttivi dei componenti in fibra di carbonio. Questo materiale, utilizzato per aeroplani, razzi e auto sportive, può trovare una maggiore applicazione anche nelle vetture di massa grazie al nuovo processo di produzione messo a punto da Nissan.

Col nuovo processo produttivo i tempi di stampaggio si riducono dell’80%

Il nuovo processo definito dalla Casa giapponese accelera infatti lo sviluppo di parti di auto in plastica rinforzata con fibra di carbonio o CFRP. Rispetto ai metodi convenzionali, grazie al nuovo processo produttivo, fa sapere il costruttore nipponico, i tempi di sviluppo dei componenti si ridurrebbero della metà e i tempi per lo stampaggio di circa l’80%. Proprio le difficoltà di modellare le parti in CFRP, oltre al costo elevato, è tra i principali ostacoli alla produzione di massa della fibra di carbonio nel settore automobilistico.

Tecnica per simulare la permeabilità della resina

Nissan ha messo a punto un nuovo approccio all’attuale metodo di produzione, noto come stampaggio a trasferimento di resina a compressione, nel quale la fibra di carbonio è preformata e inserita in uno stampo, mantenendo un piccolo spazio tra fibra e stampo superiore, nel quale viene poi iniettata la resina e lasciata indurire.

Gli ingegneri di Nissan hanno sviluppato tecniche per simulare accuratamente la permeabilità della resina nella fibra di carbonio, utilizzando un sensore di temperatura interno e visualizzando il comportamento del flusso di resina attraverso uno stampo trasparente. Grazie a tale simulazione si è ottenuto un prodotto stampato di alta qualità con tempi di sviluppo più brevi.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati