Toyota Rav4 | Com’è & Come va

Toyota Rav4 2020: ecco come si è comportata nella nostra prova su strada

È confortevole e comoda nella guida, consuma poco, è infarcita di tecnologie di bordo e aiuti alla guida, ha un aspetto gradevole. Stiamo parlando della Toyota Rav4 2020 costruita sulla nuova piattaforma GA-K per dar vita alla quinta generazione del SUV giapponese. Viste le premesse, è l’auto perfetta? Scopriamolo in questo Com’è & Come va.

Dimensioni

Partiamo dalle dimensioni: la nuova Toyota Rav4 2020 é lunga 460 cm (1 in meno della precedente versione), è larga 185 cm e alta 165 cm.

Estetica e design

Le generose dimensioni vengono ben risaltate da uno stile estetico spigoloso e originale, capace di farla risaltare in mezzo all’ammasso urbano. Ecco davanti l’ampia calandra con la griglia del radiatore sormontata dal badge della casa e dagli appuntiti fari a LED. La spiccata personalità, con spigoli e forme tese, la si ritrova sul fianco e sulla coda con, rispettivamente, passaruota muscolosi e squadrati e dietro uno spoiler ben più che semplicemente accentuato con un gruppo ottico puntuto che converge verso il centro del lato b.

Interni e abitacolo

L’abitacolo della Toyota Rav4 permette di stare comodi, larghi e coccolati. Davanti i sedili sono regolabili elettronicamente, hanno il supporto lombare e permettono una guida alta a controllo di tutta la strada (l’ideale sopratutto nelle viuzze cittadine visto l’ingombro della vettura). Risponde presente il bracciolo di supporto tra i due sedili anteriori che purtroppo non è regolabile. Buona la qualità costruttiva generale e la scelta dei materiali per la plancia con una preponderanza per il materiale plastico con coperture soft touch mentre le plastiche più dure hanno in superficie la stessa identica trama del materiale più morbido per permettere la mimetizzazione. In qualunque situazione, bisogna segnalarlo, non c’è il minimo avvertimento di nessuno scricchiolio.

La strumentazione dietro il volante è parzialmente digitale è chiara, tachimetro e contagiri sono analogici mentre al centro trova la sua naturale disposizione un display informativo esaustivo per sapere quali aiuti alla guida sono attivi, come procede il flusso di energia tra il motore termico e i motori elettrici e, ancora, il consumo medio e il punteggio effettuato per la guida economica. Davvero comode, anche se non bellissime le due manopole utili per comandare il condizionatore bi-zona e automatico, ma i tasti per aumentare flussi e ricircolo d’aria sono troppo piccoli. Infine, c’è la ricarica wireless per il cellulare e varie prese USB e 12 volt.

Infotainment e sistema multimediale

Non mi sono certo dimenticato del sistema di infotainment che si trova proprio sopra al condizionatore e incastonato nel display touch. Questo è comandabile anche dal volante e permette di avere sotto controllo tutte le funzioni a cui siamo abituati tra navigatore (quello di Toyota non l’ho mai trovato particolarmente intuitivo) radio DAB e una importante e utile schermata sui consumi e sui flussi di energia tra i vari motori. Da segnalare che è presente Android Auto e Apple Car Play.

Abitabilità e bagagliaio

Il divanetto posteriore è piatto. Non c’è nulla di particolare da segnalare se non che c’è spazio a sufficienza per spalle, testa e gambe e che si viaggia agevolmente anche grazie alla presenza di bocchette posteriori per l’aria dedicate ai nostri ospiti. Ampio è il baule, dotato di doppio fondo con una capacità che va da 580 a 1690 litri di capienza. Peccato, però, per la mancanza di ganci e appigli per ancorare valigie e spesa. Con un bagaglio così capiente me li sarei aspettati.

Allestimenti e versioni

Toyota RAV4 è disponibile con allestimento Active, Business, Style, Lounge e in 8 diverse versioni. Di serie permette di avere: aria condizionata, navigatore satellitare, sensori di parcheggio, cerchi in lega, cambio automatico, cruise control, avviso del cambio di corsia, frenata automatica di emergenza, Android Auto. Apple CarPlay e controllo attivo mantenimento corsia.

Tecnologie e aiuti alla guida

Come anticipato, la Toyota Rav4 ha una dotazione ADAS completa grazie al Toyota Safety Sense 2.0 che include sistema Pre-Collisione (PCS) con riconoscimento pedoni (a qualsiasi ora del giorno o della notte) e ciclisti (solo di giorno, a velocità comprese tra i 10 e gli 80 km/h. Il Riconoscimento Segnaletica Stradale (RSA) e il Mantenimento Attivo della Corsia (LTA, attivo sopra i 50 km/h). Senza contare ancora il limitatore di velocità e il cruise control adattivo con stop&go. Una suite a dir poco completa.

Prova su strada

La Toyota Rav4 è disponibile solo col motore ibrido. Quindi un motore benzina 2.5 abbinato a un motore elettrico (alimentato da batterie nichel-metallo idruro) per 218 CV di potenza (prima erano 197 CV). Questo per i modelli con la trazione anteriore. Noi però stiamo provando la versione con quattro ruote motrici permessa dal posizionamento di due motori elettrici per ogni asse, posteriore e anteriore. In questo caso la potenza complessiva arriva a 222 CV. Il tutto è accompagnato dal cambio automatico a variazione continua di rapporto con l’effetto scooterone non troppo accentuato e l’ideale per andature da città.

Il SUV Toyota punta tutto sulla piacevolezza di guida, il comfort è ai massimi livelli grazie a morbide sospensioni filtrano a dovere ogni imperfezione del manto stradale. Nonostante la morbidezza generale, anche esagerando in curva la vettura resta sempre composta e gira in modo piatto senza nessun tipo di coricamento laterale o beccheggio. Tutto a vantaggio sia del confort di guida che della sicurezza generale.

Essendo un motore ibrido l’accelerazione è corposa e lineare fino ai più alti regimi con uno 0-100” bruciato in 8,1 secondi e 180 km/h di velocità massima autolimitata.

Presenti varie modalità di guida preimpostate come Eco, Normal e Sport che differenziano tra di loro per la richiesta, più o meno pronunciata, dell’energia derivante dai motori elettrici e per la risposta dell’acceleratore (più reattività in Sport) e dello sterzo (più pesante in Sport). Abbiamo anche la modalità Trial che introduce il controllo del differenziale a slittamento limitato che va a braccetto con la trazione integrale AWD-i. Questa permette di spostare del 30% la coppia sull’asse posteriore, consentendo una ripartizione fronte-retro che può passare da 100:0 a 20:80.

Concludiamo con il capitolo della rumorosità. La Toyota Rav4 è silenziosa e scevra di rumori derivanti dal rotolamento degli pneumatici. L’isolamento acustico generale è efficace ma se spingeremo troppo sul pedale del gas si sentirà il rumore del motore entrare in abitacolo. Lievi fruscii aerodinamici si sentono a velocità autostradali derivanti dagli specchietti

Consumi

E infine concludiamo con i consumi. In più di 600 chilometri passati in compagnia del SUV giapponese e affrontando in sua compagnia un lungo tratto di autostrada e le divertenti strade dell’Isola d’Elba, il computer di bordo mi ha comunicato un risultato di, esattamente, 6,0 litri ogni 100 chilometri.

Prezzi e listino

Per portarsi a casa la Toyota Rav4 2020 il prezzo d’attacco è di 31.800 euro ma se volete la vettura allestita come la Rav4 della prova con allestimento Lounge, tettuccio panoramico e dotazione ADAS completa, il vostro assegno dovrà riportare una cifra di base di 39.300 euro.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati