BMW: due vetture al Comune di Verona, per la mobilità sostenibile

BMW: due vetture al Comune di Verona, per la mobilità sostenibile

Si tratta dell'elettrica i3 e di una Serie 1 diesel

BMW: due vetture al Comune di Verona, per la mobilità sostenibile

BMW per la mobilità sostenibile. La casa dell’Elica ha fornito due vetture al Comune di Verona, che resteranno a disposizione gratuitamente per 24 mesi, dopo la vittoria di un bando pubblico. Si tratta della BMW i3 e della Serie 1 116d Euro 6: l’auto elettrica è la prima in dotazione al comune veneto, per gli spostamenti urbani del sindaco Federico Sboarina e della Giunta.

“Si tratta della prima auto completamente elettrica in dotazione al Comune – dichiara il sindaco – Un cambio di direzione importante, che mette al centro l’ambiente attraverso l’utilizzo di una mobilità sostenibile ad impatto zero. Un modello di riferimento per la cittadinanza che, anche in ambito privato, comincia a valutare una mobilità più attenta al rispetto e alla conservazione del nostro territorio”.

A disposizione per due anni

Le vetture sono state consegnate all’amministrazione comunale nella centrale Piazza Bra, alla presenza di numerosi dirigenti di BMW Italia. Le due auto resteranno gratuitamente a disposizione del Comune per 24 mesi, grazie ad un comodato d’uso gratuito attivato a fronte della sponsorizzazione della casa automobilistica. A carico dell’Ente restano le spese per l’alimentazione ed il Telepass. Sulla fiancata dei due veicoli, è stato posizionato il logo ‘BMW per il Comune di Verona’.

“Per il nostro Gruppo è un piacevole ritorno a Verona – precisa il presidente e AD BMW Italia S.p.A. Massimiliano Di Silvestre –. Questa collaborazione è un chiaro esempio di mobilità sostenibile, a cui siamo lieti di partecipare mettendo a disposizione del Comune di Verona due mezzi all’avanguardia in termini di consumi ed emissioni”.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati