Renault, progetto blockchain per la certificazione dei componenti del veicolo

Renault, progetto blockchain per la certificazione dei componenti del veicolo

Chiamato XCEED (eXtended Compliance End-to-End Distributed)

Renault, progetto blockchain per la certificazione dei componenti del veicolo

Il Gruppo Renault ha fatto suo il progetto blockchain XCEED (eXtended Compliance End-to-End Distributed) per certificare la conformità di tutti i componenti del veicolo, dalla progettazione alla produzione.

Più trasparenza e reattività

Progettato e implementato in collaborazione con altre aziende del settore automobilistico, questo strumento consente di avere maggior efficienza e reattività di risposta al crescente rigore normativo che regola le varie fasi produttive. A seguito di un controllo rafforzato in termini di conformità dei veicoli, l’intera catena produttiva deve adeguare la propria struttura per rispondere alle autorità di regolamentazione nei tempi più brevi possibili. Così nasce XCEED, progetto basato sulla tecnologia blockchain “Hyperledger Fabric” in collaborazione con IBM, sviluppato per tracciare e certificare la conformità normativa di componenti e sottocomponenti che costituiscono il veicolo.

Tecnologia blockchain: i vantaggi della struttura a rete

La tecnologia blockchain rende possibile la condivisione e il monitoraggio delle informazioni da parte di più soggetti, offrendo una maggiore efficienza grazie ad una struttura a rete, molto più snella di un flusso comunicativo centralizzato. Grazie alla natura decentralizzata della tecnologia blockchain ognuno dei soggetti che ha accesso alla rete mantiene il controllo e la riservatezza dei dati, senza comprometterne l’integrità e al tempo stesso aumentando sicurezza e protezione.

Il futuro dell’approccio alla gestione dei flussi di dati e comunicativi

Lanciato nel 2019, il programma XCEED è il risultato del lavoro di gruppo fra diverse aziende dell’industria automobilistica (Continental, Faurecia, Plastic Omnium e Saint-Gobain) che propone un nuovo approccio ai processi produttivi. Un progetto che gode di un ulteriore spinta proprio grazie ai test avviati presso lo stabilimento Renault di Douai, utili a verificare le prestazioni e l’efficacia, con oltre un milione di documenti archiviati ed una velocità di trasferimento di 500 transazioni al secondo.

Scopri le Offerte



    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati