Audi, c’è Tesla nel mirino: in arrivo un’elettrica di nuova generazione

Audi, c’è Tesla nel mirino: in arrivo un’elettrica di nuova generazione

Sarà svelata nel 2021 in versione concept

Audi, c’è Tesla nel mirino: in arrivo un’elettrica di nuova generazione

Uno dei prossimi obiettivi dichiarati di Audi è quello di proporre sul mercato una vettura che possa sfidare direttamente le sportive elettriche di Tesla.

Concept frutto del progetto Artemis e atteso nel 2021

Lo ha annunciato, senza troppi giri di parole, Herbert Diess, amministratore delegato del Gruppo Volkswagen (di cui Audi fa parte), in occasione della conferenza annuale del costruttore tedesco, affermando: “L’Audi ha iniziato una corsa per raggiungere la Tesla“. Parole che confermano che il marchio dei Quattro Anelli sta portando avanti il progetto Artemis dal quale verrà fuori una nuova auto elettrica di nuova generazione. La nuova Audi a zero emissioni, che sarà svelata nel 2021 sotto forma di concept, porterà al debutto il nuovo software E3 2.0 che sarà poi utilizzato per tutte le future auto elettriche del Gruppo Volkswagen.

Trasformazione in corso del Gruppo Volkswagen

La nuova elettrica anti-Tesla di Audi è solo una delle prossime mosse che caratterizzano un necessario e profonda opera di trasformazione del gruppo tedesco, come ha sottolineato lo stesso Diess: “La Volkswagen ha bisogno di un cambiamento, di trasformarsi da una collezione di marchi di valore e affascinanti prodotti con motori a combustione a un’azienda digitale che gestisce in modo affidabile milioni di dispositivi per la mobilità, resta in contatto coi clienti, migliora i servizi, il confort dei veicoli e la sicurezza su base settimanale o addirittura giornaliera. Nel resto del 2020, faremo ulteriori passi importanti per impostare la rotta”.

In rampa di lancio l’elettrica e-tron GT, Q4 e-tron e Q4 e-tron Sportback

Prima di arrivare all’elettrica di nuova generazione frutto del progetto Artemis, il marchio dei Quattro Anelli presenterà ulteriori novità sul fronte dei veicoli a batteria. Entro fine anno verrò avviata la produzione della sportiva e-tron GT che sarà prodotta sul pianale della Porsche Taycan, mentre nel 2021 sarà il turno dei SUV Q4 e-tron e Q4 e-tron Sportback. Audi continuerà anche nello sviluppo delle futura piattaforma PPE (Premium Platform Electric) che farà da base a tutte le future elettriche d’alta gamma del gruppo e che sin da subito verrà sfruttata anche da Porsche. Un ulteriore fronte di investimento per il Gruppo Volkswagen è quello relativo allo sviluppo di software E3 1.2 e 2.0 di cui si sta occupando Audi insieme a tecnici di Artemis e altri specialisti, con l’obiettivo nel prossimo quinquennio di portare, anche grazie ad aziende partner, dal 10 al 60% il software sviluppato internamente.

Il brand Volkswagen si aspetta grandi cose da ID.3 e ID.4

Per quanto riguarda invece il marchio Volkswagen, Diess ha rimarcato il valore strategico della ID.3, la prima elettrica di massa del brand che finora è stata ordinata da oltre 30.000 automobilisti, con l’obiettivo di arrivare a quota 100.000 quanto prima. In questo processo di transizione elettrica del brand, altrettanto alte sono le aspettative riposte sul SUV ID.4, con previsioni di vendita ambiziose che fissano l’obiettivo a 500.000 esemplari entro il 2025.

Investimenti confermati

L’amministratore delegato di Volkswagen ha poi confermato il piano d’investimenti di 33 miliardi di euro nella mobilità elettrica entro il 2024, ai quali si aggiungono altri 14 miliardi di euro che saranno investiti su guida autonoma e competenze IT. Conferma degli investimenti resa possibile anche dalla buona reazione del Gruppo tedesco alle sfide del mercato in questo 2020, nonostante l’emergenza sanitaria per il coronavirus, un anno difficile durante il quale però la trasformazione del costruttore è proseguita a ritmo sostenuto.

Consegne globali in calo ma cresce la quota di mercato

Tuttavia anche il Gruppo Volkswagen ha dovuto fare i conti con la contrazione del mercato: nel periodo gennaio-agosto 2020 le consegne globali fanno segnare una flessione del 21,5%. Nonostante il calo però il costruttore tedesco ha tenuto botta meglio della concorrenza riuscendo a guadagnare lo 0,4% di quota mercato, ora pari al 13%, a livello mondiale.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati