Influenza in auto: ecco come prevenirla

Influenza in auto: ecco come prevenirla

Alcuni consigli per evitare il contagio al volante

Influenza in auto: ecco come prevenirla

La stagione invernale di questo difficile 2020 sarà più complicata del solito: la pandemia sta purtroppo riprendendo un po’ di vigore e si unirà alla normale influenza di questo periodo dell’anno. Per questo, è ancora importante cercare di evitare di prendere l’influenza, i cui sintomi sono abbastanza simili a quelli del Covid-19. Anche mentre viaggiamo in auto che, essendo uno spazio chiuso e piuttosto piccolo, può aumentare le possibilità di contrarre il virus influenzale.

L’igiene respiratoria in primo piano

Fatto salvo le regole legate all’utilizzo delle mascherine, contenute nell’ultimo Dpcm, per cercare di evitare di prendere l’influenza mentre si è in auto è fondamentale una corretta igiene respiratoria. Coprire bocca e naso quando si tossisce o starnutisce, buttare i fazzoletti usati e lavarsi con continuità e frequenza le mani. Anche utilizzando i gel specifici, in mancanza dell’acqua.

I movimenti corretti

Se trasportate un passeggero raffreddato o influenzato, le gocce di saliva vanno sulle strutture interne della macchina. Toccandole e poi toccandosi bocca, naso o occhi, il rischio è quello di farle entrare in contatto con il proprio apparato respiratorio. Quindi è importante portarsi il meno possibile le mani alla bocca, agli occhi o al naso, mentre si sta guidando o si è comunque in macchina.

Pulire e cambiare l’aria nell’auto

Pulire con frequenza le superfici ed i sedili è una buona norma per ridurre al minimo le possibilità di prendere l’influenza in auto. Così come quello di aerare la propria vettura quando è ferma, in particolare se avete trasportato una persona raffreddata o ammalata.

Foto di Gundula Vogel da Pixabay

Scopri le Offerte



    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati