Bollo auto e agevolazioni: come cambia per le ibride (e non solo) da regione a regione

Bollo auto e agevolazioni: come cambia per le ibride (e non solo) da regione a regione

Ecco come cambia il bollo da regione a regione

Bollo auto e agevolazioni: come cambia per le ibride (e non solo) da regione a regione

Gli ultimi mesi sono stati caratterizzati da molteplici bonus delle case automobilistiche, ecobonus e incentivi statali ma anche promozioni che hanno spinto gli acquirenti verso le auto ibride, elettrificate, bi-fuel e 100% elettriche. In caso di acquisto delle suddette vetture le norme statali prevedono una riduzione o talvolta la totale esenzione del bollo, ossia la tassa a carico del proprietario del veicolo che si modifica in base alla potenza e alle emissioni. Vediamo nel dettaglio come il costo del bollo varia da regione a regione e dove, eventualmente, è eliminato per i primi anni dall’acquisto.

Piemonte

Le auto ibride e con doppia alimentazione bi-fuel gas-benzina non pagano il bollo per un periodo di cinque anni, dopo la data della prima immatricolazione. Le vetture 100% elettriche non pagheranno il bollo anche per gli anni successivi ai cinque anni.

Lombardia

Le auto appartenenti alla categoria M1, quindi al di sotto dei 2.000 cc, almeno Euro 5, oppure dotate di propulsori bi-fuel (benzina GPL o benzina/metano), propulsione ibrida elettrificata o 100% elettriche, acquistate nel 2020, non saranno soggette al pagamento del bollo fino al 2022. L’esenzione è valida tenendo presente l’obbligo, in fase di acquisto, della demolizione/rottamazione di un veicolo inquinante.

Trentino Alto Adige

Le auto con propulsione ibrida elettrificata, 100% elettrica e a idrogeno non saranno soggette al pagamento del bollo per i primi cinque anni, dopo la prima immatricolazione.

Provincia autonoma di Bolzano

I veicoli con propulsione ibrida elettrificata, le auto bi-fuel gas metano, gpl e idrogeno non pagano il bollo per tre anni. Se i veicoli ibridi avranno un’emissione di CO2 non superiore a 30 grammi-chilometro, la sospensione della tassa arriverà a cinque anni.

Friuli Venezia Giulia

Le auto ibride elettrificate o 100% elettriche non pagano il bollo per cinque anni a partire dalla data del collaudo del veicolo scelto.

Veneto

I veicoli ibridi elettrificati, 100% elettrici e bi-fuel con gas e idrogeno non pagheranno il bollo per tre anni a partire dalla data della prima immatricolazione.

Emilia Romagna

Le auto ibride elettrificate non pagano il bollo per tre anni a partire dalla data della prima immatricolazione. I veicoli 100% elettrici non pagano la tassa di proprietà per cinque anni, sempre a partire dalla prima immatricolazione.

Liguria

Le vetture immatricolate dal 1° gennaio 2016, con alimentazione ibrida elettrificata, 100% elettrica e bi-fuel benzina-idrogeno, gasolio-elettrica, sono esentate dal pagamento del bollo per quattro anni.

Toscana

Solo le auto 100% elettriche non pagheranno il bollo per una durata di cinque anni a partire dalla prima immatricolazione.

Marche

Le auto ibride elettrificate, 100% elettriche o bi-fuel gas, immatricolate tra il 2019 e 2020, non pagheranno il bollo per cinque anni.

Umbria

Le auto ibride elettrificate, 100% elettriche e ad alimentazione a idrogeno non pagano il bollo per tre anni. Da segnalare che le auto esenti dal bollo devono essere state immatricolate tra il 2016 e il 2017.

Lazio

Le auto ibride elettrificate, 100% elettriche e con alimentazione bi-fuel benzina-idrogeno non pagano il bollo per tre anni, sempre a partire dalla prima data di immatricolazione.

Abruzzo

Gli autoveicoli con alimentazione ibrida elettrificata, 100% elettrica o bi-fuel benzina-idrogeno, non pagano il bollo per tre anni. In questo caso le auto soggette all’esenzione devono essere state immatricolate a partire dal 2019.

Molise

Le auto 100% elettriche non pagano il bollo per cinque anni. Dopo il periodo di esenzione i proprietari pagheranno il 25% del bollo pagato per i veicoli a benzina.

Campania

I veicoli ibridi elettrificati, 100% elettrici, bi-fuel benzina-idrogeno non pagano il bollo per tre anni a partire dalla prima immatricolazione.

Basilicata

Le autovetture ibride elettrificate, 100% elettriche e ad alimentazione bi-fuel benzina-idrogeno non pagano il bollo per tre anni a partire dalla data di immatricolazione.

Calabria

I veicoli 100% elettrici non pagano il bollo per cinque anni a partire dalla data della prima immatricolazione. Dopo il periodo di esenzione i proprietari pagheranno un quarto del bollo pagato per i veicoli a benzina.

Sardegna

I veicoli 100% elettrici non pagano il bollo per cinque anni a partire dalla prima data di immatricolazione.

Puglia

I veicoli con la sola alimentazione a metano e GPL, bi-fuel benzina/GPL o benzina/metano, immatricolati dal 1° gennaio 2013, non pagano il bollo per cinque anni. I veicoli immatricolati dal 1° gennaio 2014 con alimentazione ibrida non pagano il bollo per cinque anni. I veicoli a idrogeno immatricolati dal 1° gennaio 2018 sono esentati dal pagamento della tassa per cinque anni.

Valle d’Aosta

I veicoli che appartengono alle categorie M1 e N1, immatricolati a partire dal 1° gennaio 2017 fino al 31 dicembre 2019 e quelli ibridi, 100% elettrici e con alimentazione a idrogeno, sono esentati dal pagamento della tassa automobilistica per cinque anni.

Sicilia

Le automobili immatricolate nel triennio 2019/2021, con alimentazione ibrida elettrificata plug-in, full hybrid e con alimentazione a idrogeno sono esentate dal pagamento del bollo per i primi tre anni dopo la prima immatricolazione.

Scopri le Offerte



    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati