Mercedes Classe A45s AMG | Com’è & Come Va

Mercedes Classe A45s AMG: la nostra prova su strada, impressioni di guida e consumi

La nuova Mercedes Classe A45s AMG 4Matic+ 2020 è il non plus ultra nel mondo delle hot-hatch. La più potente, la più costosa, la più veloce e anche la più rivoluzionaria. Si, perché il suo set-up ha messo assieme tutto il meglio che questa categoria di auto ha prodotto negli ultimi anni, inserendolo in una sola vettura. Gli ingegneri di AMG hanno fatto segnare un nuovo record di potenza in rapporto alla cubatura del motore, con il suo valore di 211,5 CV/l, meglio di qualsiasi altra auto stradale. Con i suoi 421 CV generati dal nuovo motore M139, un 2.0 4 cilindri turbo da record, si classifica come l’auto da battere. Prezzi a partire da 61.900 euro per la versione S da 421 CV.

Dimensioni e misure

Esteticamente non stravolge le linee già sportiveggianti dell’allestimento Premium, disponibile per tutte le versioni più tradizionali della Classe A. Anche le dimensioni rimangono pressoché invariate, con una lunghezza di 4 metri e 42, una larghezza di 1,80 e un’altezza che si riduce di circa 2 cm per via dell’assetto sportivo di questa versione. Il passo rimane di 2 metri e 73 mentre il peso sale a circa 1.620 kg.

Estetica e Design

Nel frontale spunta la classica ed iconica griglia panamericana, marchio di fabbrica AMG con i suoi listelli cromati verticali e quella forma che conferisce un aspetto quasi da squalo al muso della A45s. Rivista la forma del paraurti così come i passaruota frontali, più sporgenti per ospitare una carreggiata più ampia e dei pneumatici più sportivi. Il nostro esemplare monta dei cerchi forgiati AMG optional da 19” (circa 2.300 euro) con pneumatici 245/35. L’impianto frenante è composto da dischi forati da 360mm e pinze monoblocco a 6 pistoncini ad alte prestazioni, riservate alla versione S. Nel posteriore spunta un nuovo diffusore nero lucido che ingloba i 4 terminali di scarico (in realtà gli scarichi veri sono due, uno per ogni lato) e il piccolo spoiler superiore. Questa bellissima colorazione Grigio Montagna opaco è optional, per circa 2.300 euro e volendo si può scegliere anche l’Aerodinamic Package per circa 1.900 euro, che aggiunge un bel alettone posteriore e nuovi splitter anteriori.

Interni e abitacolo

Basta sedersi all’interno per capire che si ha a che fare con una Classe A un po’ diversa. La posizione di guida ribassata, insieme al volante sportivo AMG con i selettori per aprire le valvole di scarico, regolare la modalità di guida o impostare l’assetto sportivo, oltre ai sedili sportivi optional con i fianchetti contenitivi e regolabili, ci fanno sentire ben inseriti nell’abitacolo. La nostra versione presenta una configurazione per gli interni optional, che al di là dei sedili sportivi aggiunge anche maggiori inserti in pelle, sul volante e sul pannelli delle portiere. Probabilmente avrei preferito l’impostazione di serie, con le cinture di sicurezza rosse, così come le cuciture a contrasto sui sedili e sulla plancia. Più racing anche l’impugnatura del volante e la parte centrale dei sedili, che di serie sono realizzate in tessuto Dinamica. Oltre a ciò, l’impostazione degli interni è molto simile a quella di una Classe A molto accessoriata, anche se di serie non presenta la strumentazione davanti al volante da 10.25 pollici, che rimane optional. Un vero peccato su un’auto di questo tipo.

Infotainment e sistema multimediale

L’MBUX di ultima generazione lo conosciamo ormai bene. E’ tra i migliori sistemi attualmente in commercio. Velocità e sensibilità al tocco quasi da iPad, con tutti i servizi di connettività del caso. Apple CarPlay e Android Auto, così come hotspot wifi e molto altro. Sulla versione AMG troviamo anche due schermate dedicate, una per poter controllare la telemetria e i dati relativi ad alcuni dei principali circuiti europei mentre l’altra ci consente di controllare in tempo reale tutti i valori riguardo alle prestazioni del propulsore. Presente come optional la realtà aumentata della navigazione oppure la comoda visibilità a 360° con le telecamere perimetrali (optional da 500 euro).

Abitabilità e bagagliaio

Con i suoi 4 metri e 42 di lunghezza e 2 metri e 73 di passo, nel retro c’è spazio in abbondanza anche per 3 passeggeri. La seduta è bassa ma non scomoda, con un divano piatto e accogliente. Non presenta un rigonfiamento scomodo per il passeggero centrale che però avrà meno spazio tra i piedi per via del tunnel della trasmissione. Tanto spazio per le gambe grazie anche ai sedili sportivi ultra sottili, che ci fanno guadagnare qualche cm. Presenti delle comode bocchette d’aerazione e due prese USB C, oltre alle luci soffuse ambientali multicolore. Il vano di carico posteriore non varia rispetto a quello di una Classe A tradizionale, partendo da una capacità minima di 370 litri fino ad oltre 1.200 abbattendo i sedili posteriori. Sotto al piano di carico non vi è un doppio fondo, bensì trova spazio il sub-woofer dell’impianto audio Brumeister.

La prova su strada

Insomma, come va la nuova Mercedes A45S AMG? Bhe, ovviamente va fortissimo, ma questo presumo che lo potevate già immaginare anche solo leggendo i dati: una velocità massima autolimitata a 270 km/h e uno 0-100 km/h coperto in soli 3,9 secondi. Sono dati da auto sportive, da supercar di circa 10 anni fa. Pensare che oggi si è riusciti a far andare così forte un’auto che all’origine è nata per essere una semplice berlina compatta premium fa sicuramente riflettere. La domanda che mi pongo è: fino a dove si spingeranno?

Gli ingegneri di AMG sono riusciti a fare un vero e proprio capolavoro con questo nuovo motore, con codice M139. Per riuscire a generare ancora più cavalli rispetto all A45 di generazione precedente hanno fatto un lavoro davvero di fino. Hanno girato di 180° il propulsore, in questo modo l’enorme turbina twin scroll è stata posizionata verso l’abitacolo, potendo così avere una maggior efficienza in termini di fluido dinamica, con dei condotti più corti così da ridurre al massimo il turbo lag. E in seconda istanza l’aspirazione è stata collocata in maniera ottimale, davanti, per assicurare il massimo delle performance al propulsore. Il turbocompressore è capace di assicurare massima reattività alla pressione del gas ma senza penalizzare le prestazioni ad alti regimi, infatti la linea rossa è fissata a ben 7.200 giri. L’obiettivo è stato quello di replicare il più possibile il comportamento di un aspirato. Il turbo lavora a 2,1 bar, tantissimo per un’auto di serie ed è dotato di cuscinetti volventi per minimizzare l’attrito, arriva fino a 170.00 giri al minuto.

I tecnici di AMG si sono poi serviti di alcune tecnologie derivate direttamente dal mondo della F1, come il rivestimento nanoslide dei cilindri, capace di assicurare massima resistenza all’usura e pochissimo attrito. Insomma, il record di CV/litro di questo motore non se lo sono guadagnati a caso e la violenza nell’erogazione è brutale. Il motore spinge alto fino a 7.000 e passa giri, tirando fuori tutti i 500 nm di coppia dopo i 5.000. Non funziona come un classico turbo o come il vecchio 2.0 che agli alti perdeva il tiro. Qua si spinge fino alla linea rossa senza paura. Grande lode anche per il cambio, ora automatico doppia frizione ad otto rapporti, che ora consente alla A45s di fare un enorme salto in avanti rispetto alla precedente. Le cambiate sono fulminee, sia a salire che a scendere e in modalità Race riesce a regalare dei veri e propri calci nella schiena.

Grandi miglioramenti anche per la dinamica di guida. Lo sterzo era un punto debole della vecchia AMG che qui appare più diretto e corposo così come l’assetto che se scelto a controllo elettronico, si adatta perfettamente ad ogni situazione. Confortevole per la vita di tutti i giorni ma una vera “tavola” quando si decide di guidare forte. Si sentono i suoi 1.600 kg ma l’auto è sempre agile e il sistema 4Matic+ fa davvero miracoli. Una trazione integrale permanente che ripartisce in modo elettromeccanico la coppia tra avantreno e retrotreno. Dietro sono presenti due frizioni multidisco, una per ogni semi asse, capaci di rimandare la coppia a seconda della necessità attuando il Torque Vectoring. In questo modo si ha sempre e comunque trazione e si sente lavorare il sistema di continuo per cercare di scaricare a terra tutta la potenza. Un differenziale meccanico avrebbe reso più fluido e prevedibile il comportamento del retrotreno, ma bene anche così. Piccole note stonate sono rappresentate dal sound, decisamente inferiore rispetto alla AMG precedente e amplificato internamente dalle casse oltre alla frenata, poco decisa e che richiede grande pressione sul pedale per effettuare un arresto immediato.

Quanto consuma?

Su vetture di questo tipo non bisogna meravigliarsi se si dovessero trovare sulla strumentazione dei valori preoccupanti. Sfruttando l’auto per tutta la sua potenza i consumi salgono drasticamente, toccando anche medie di 4/5 km al litro, ma comprensibile dato le performance dell’auto. Con un utilizzo tranquillo in città si sfiorano i 9 km al litro mentre in ambito extraurbano, a velocità costante si riescono a vedere anche i 13 km al litro.

Allestimenti e versioni

Per la Classe A 45 AMG sono disponibili due versioni, la A45 da 387 CV e la nostra A45S da 421 CV. Nella seconda sono disponibili freni maggiorati, il limite di velocità massima posto a 270 km/h e altre chicche in ottica perfromance come la modalità Race e la Modalità Drift, optional sulla A45. Sono anche presenti tantissimi accessori di serie, tuttavia alcuni, magari più desiderabili rimangono optional come ad esempio lo schermo davanti al volante da 10,25 pollici (550 euro), i fari Multibeam Led (circa 500 euro), i sedili sportivi AMG elettronici e riscaldabili e l’accesso keyless.

Prezzi e listino

La gamma AMG per la Classe A parte da 45.570 euro per la 35 AMG, si sale a 57.400 per la A45 e si arriva a 61.900 euro per la nostra A45S. Il prezzo della vettura qui in prova? Tra vernice, cerchi e vari pacchetti si superano i 75 mila euro, ma un esemplare completamente full può anche superare gli 80 mila euro.

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
Motore, cambio, prestazioni, dinamica di guida.Poco sound, frenata morbida, alcuni accessori base sono a pagamento, certe plastiche vibrano.

Mercedes Classe A45s AMG 4Matic+ 2020: la Pagella di Motorionline

Motore:★★★★★ 
Ripresa:★★★★★ 
Cambio:★★★★½ 
Frenata:★★★½☆ 
Sterzo:★★★★☆ 
Tenuta di Strada:★★★★½ 
Comfort:★★★☆☆ 
Posizione di guida:★★★★½ 
Dotazione:★★★☆☆ 
Qualità/Prezzo:★★★½☆ 
Design:★★★★½ 
Consumi:★★☆☆☆ 

Mercedes Classe A45S AMG 4Matic+ 2020 – Scheda tecnica

Lunghezza (cm): 442
Larghezza (cm): 180
Altezza (cm): 146
Passo (cm): 273
Massa (kg): da 1.620
Porte: 5
Posti: 5
Bagagliaio (l): da 370 a 1.230
Serbatoio (l): 51
Prezzo (€): da 61.900
Allestimenti: A45, A45S

Scopri le Offerte



    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    1 commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati