Lanmodo Vast Pro Night Vision: RECENSIONE della nuova dash cam con visione notturna [FOTO e VIDEO]

Visibilità extra fino a 300 metri in assenza di illuminazione

La Lanmodo è un’azienda cinese che si era già fatta conoscere per alcuni prodotti sia interessanti che curiosi, come ad esempio l’ombrello protettivo per auto. Questa Vast Pro, però, è qualcosa di più convenzionale, per quanto abbia alcune caratteristiche che la rendono davvero degna di nota. Una di queste è la visuale notturna. Normalmente le dash cam servono per registrare ciò che accade davanti alla nostra auto per ragioni di sicurezza e, soprattutto, per ragioni assicurative. La Lanmodo Vast Pro Night Vision a questo aggiunge anche un extra non di poco conto, ovvero il sistema di visione notturna. Andiamo con ordine, però, e iniziamo a vedere cosa ci troviamo in mano.

Caratteristiche della Lanmodo Vast Pro

La Lanmodo Vast Pro Night Vision è costituita interamente da uno schermo IPS da 7,84 pollici (8,2 pollici compresa la cornice), incluso in una struttura che può ricordare un navigatore satellitare tradizionale. Sul retro trova posto la sua videocamera da 5 Megapixel con lente a sette strati e un angolo di visuale di 45 gradi. Questa videocamera è prima di tutto capace di catturare video in risoluzione Full HD e di immagazzinarli nella memoria microSD inserita nell’apparecchio, da acquistare separatamente. Ciò che differenzia la Vast Pro dalle altre dash cam, però, è la visione notturna. Grazie al suo sensore, infatti, la Lanmodo garantisce una visuale chiara e nitida di oggetti che vanno ben oltre le capacità dei fari. Nell’esempio usato dallo sviluppatore, a 60 km/h si arriva fino a 300 metri davanti all’auto, garantendo in questo modo ben 12 secondi di tempo di reazione in più in caso di pericolo. Una differenza che in effetti può essere determinante. Concludiamo la descrizione con i pulsanti che troviamo sul lato superiore della videocamera. Occorrerà impararli bene perché la Vast Pro non è touchscreen.

All’interno della scatola troviamo anche il supporto da cruscotto e una ventosa, realizzate con materiale adesivo lavabile. L’uso dell’uno o dell’altro sistema di ancoraggio dipenderà ovviamente dalla nostra auto. In entrambi i casi, comunque, la Vast Pro si aggancia in maniera estremamente semplice e veloce. Troviamo anche un cacciavite, in quanto per ragioni di sicurezza la connessione tra supporto e schermo deve essere estremamente fissa e affidabile. Del resto, stiamo parlando di un apparecchio che deve rimanere al suo posto in caso di incidente. Infine, abbiamo due cavi per l’alimentazione: uno per la presa a 12 Volt, mentre la seconda per la presa OBD di diagnostica. Il collegamento a quest’ultima consente non solo di lasciare la 12 Volt libera per i nostri smartphone, ma anche di funzionare come una sorta di videocamera antifurto.

Come si monta la dash cam?

Il montaggio, come detto, è estremamente semplice e il design elegante della videocamera consente di integrarla perfettamente con il cruscotto. La Vast Pro presenta due cavi ai quali attaccare l’alimentazione ed eventualmente la videocamera posteriore, venduta a parte. I supporti appaiono molto stabili e ben incollati al cruscotto o eventualmente al parabrezza. Al punto che rimuoverli è quasi un problema, il che potrebbe non far felici gli utenti che vivono in una zona soggetta a furti in auto. Anche qui, però, è necessario venire a patti con la necessità di rimanere fissi in caso di impatto. Una volta accesa, la videocamera sta già funzionando senza problemi. Se collegata all’OBD sarà necessario spegnerla manualmente. Con i rimanenti pulsanti si può navigare nell’interfaccia delle opzioni. Purtroppo, la lingua italiana non è ancora supportata, ma le voci sono piuttosto semplici ed è possibile imparare tutto molto presto.

Funzionamento della visuale notturna

Ed eccoci quindi alla guida. In questo momento stiamo viaggiando su una strada fuori Milano con una normale illuminazione stradale, ma già così possiamo notare come la night vision della Vast Pro riesca a funzionare piuttosto bene. Grazie al suo aiuto eventuali ostacoli notturni possono essere visti con notevole anticipo, aumentando in maniera significativa la sicurezza. Peccato solamente che, per restituire una visione frontale più comoda e meno distraente per il guidatore, l’angolo di visuale non sia eccezionale. Altre dash cam permettono di avere una visuale più ampia, ma di sicuro non così chiara, ben oltre il livello di alcuni sistemi che iniziamo a trovare come optional integrati sulle nostre auto. Tutto viene memorizzato sulla memoria microSD, che si premura di salvare ogni video quando il sensore di impatto interno registra un brusco rallentamento. La sensibilità può essere cambiata, ma ogni tanto la memoria andrà comunque pulita. Se presente, viene memorizzata anche la retrocamera. Se vivete in una zona con molte strade buie o persino il vostro lavoro vi mette in situazioni di scarsa visibilità, la Vast Pro potrebbe essere una vera salvavita.

Quanto costa la Lanmodo Vast Pro Night Vision?

Non si tratta naturalmente di un dispositivo per tutti. Il suo prezzo è di 619 $, ma attraverso la campagna Indiegogo appena lanciata i primi 50 esemplari saranno prezzati a 199 $ e fino a dicembre sarà possibile comunque trovare la Vast Pro ad un prezzo speciale ancora da annunciare.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati

    Auto

    Dash cam: sono legali in Italia?

    Cosa sono e come si usano le dash cam
    Viaggiando su strade e autostrade si può assistere o purtroppo essere coinvolti in vari tipi di eventi, da quelli minori