MiMo 2020: rinviato l’evento alla primavera 2021

MiMo 2020: rinviato l’evento alla primavera 2021

Doveva svolgersi dal 29 ottobre al 1° novembre

MiMo 2020: rinviato l’evento alla primavera 2021

Era tutto pronto, c’erano oltre 50 marchi già annunciati ed ufficializzati, ma il MiMo 2020 è stato annullato. Il forte aumento di contagi di Covid-19, in particolare a Milano e in Lombardia, hanno portato gli organizzatori a rinviare la manifestazione alla primavera 2021. Quando ci si augura la situazione possa essere tornata sotto controllo, permettendone così il regolare svolgimento.

”Deciso di far valere il senso di responsabilità”

La prima edizione del Milano Monza Open-Air Motor Show doveva andare in scena lo scorso giugno ed era stato rinviato, nel pieno del lockdown italiano, per le restrizioni ed i tanti dubbi sull’andamento della pandemia. Era stato poi riprogrammato dal 29 ottobre al 1° novembre, quando la situazione pareva volgere in maniera più positiva, in particolare in un’estate abbastanza tranquilla.

A partire dall’inizio di ottobre, però, c’è stata una nuova impennata di contagi che hanno colpito soprattutto Milano e la Lombardia. Così è arrivata questa decisione: “Il comparto automobilistico – le parole di Andrea Levy, presidente MiMo – fortemente colpito negli ultimi mesi, avrebbe giovato della visibilità di pubblico e media garantiti dallo svolgersi dell’evento, e nonostante questo si mostra compatto nel far prevalere il senso di responsabilità”.

I brand che avevano annunciato la presenza

Nei giorni scorsi, erano stati annunciati i 50 brand, che dovevano essere presenti, con il punto centrale dell’evento in Piazza Duomo a Milano, dove erano attesi i modelli di Audi, Bentley, BMW, Bugatti, Citroën, Cupra, Dacia, Dallara, Dr, DS, Ferrari, Ford, Lamborghini, Land Rover, Maserati, Mazda, McLaren, Mini, Opel, Pagani, Peugeot, Porsche, Renault, Seat, Skoda, Suzuki, Volkswagen.

Nella passeggiata tra Corso Vittorio Emanuele, Galleria Vittorio Emanuele, Via dei Mercanti, Via Dante e Via Montenapoleone il pubblico avrebbe trovato le novità di Alpine, Aspark, Aston Martin, ATS, Automobili Amos, Automobili Pininfarina, Aznom, BMW Motorrad, Cadillac, EVO, GFG, Honda, Jaguar, Jannarelly, Kawasaki, Mole Automobiles, Pininfarina, Pirelli, Radical, Space X, Tazzari, Tesla, Totem, Zero Motorcycles.

Una passeggiata di oltre 3 chilometri

Piazza Duomo e Castello Sforzesco, centri nevralgici del capoluogo lombardo, erano i principali palcoscenici del MiMo 2020. La piazza centrale di Milano, come dicevamo, doveva veder esposte le anteprime nazionali e le auto rappresentative delle case automobilistiche, una per brand, con un video con i presidenti dei brand al volante delle novità di ciascun marchio. Le altre piazze e vie della città, oltre quaranta in totale, avrebbero proposto pedane tutte uguali, scoperte ed illuminate con gli altri modelli delle varie case. Per una passeggiata di oltre 3 chilometri nel centro del capoluogo lombardo. Tutto rinviato al 2021.

Scopri le Offerte



    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati