Nuova Fiat 500 elettrica: VIDEO PROVA SU STRADA della super utilitaria a zero emissioni

Autonomia da 180 e da 350 km con un prezzo abbordabile

La Fiat 500 rappresenta il nuovo debutto della casa nel mondo del puro elettrico dopo i primi arrivi in quello dell’ibrido. Si tratta di un segmento che pian piano si sta popolando di competitor estremamente agguerriti e la missione che aspetta la piccola italiana non è di certo delle più semplici. Gli ingredienti però dietro al progetto sono indubbiamente interessanti e la popolarità di cui gode la 500 potrà fare il resto.

Cos’è cambiato sulla Fiat 500 elettrica?

Dal punto di vista estetico è sempre lei. Il look della Fiat 500 non è stato rivoluzionato, bensì ammodernato. In effetti alcune scelte, al di là delle edizioni speciali create come “biglietto da visita”, hanno contribuito a rendere più attuale la vettura senza per questo cambiarla eccessivamente. Eppure la piattaforma sulla quale la vettura è stata sviluppata è completamente nuova, il che non fa che sottolineare ulteriormente quanto Fiat creda nel design della sua piccola cittadina. Oltre alle varianti cabrio e berlina, tra l’altro, ha finalmente debuttato l’attesa Trepiuno (ufficialmente 3+1), che aggiunge una piccola porta posteriore dietro al sedile del passeggero per rendere più agevole il carico della vettura, sia che si tratti di valigie o passeggeri. Le dimensioni sono leggermente aumentate: lunghezza da 3,61 metri, larghezza da 1,69 metri, passo da 2,32 metri e altezza da 1,48 metri.

Tra le novità puramente estetiche sono da citare i gruppi ottici frontali, che ora si trovano divisi tra il corpo dell’auto e il cofano, il quale presenta delle aperture per creare una sorta di cornice luminosa superiore. Dato che non c’è più un motore da raffreddare le prese d’aria sono ridotte al minimo e le troviamo solamente sul fascione inferiore. La griglia è praticamente sparita, sostituita da una decorazione che ne ricorda le forme e che viene completata non più dal logo della casa, ma dal nameplate 500, ormai riconosciuto internazionalmente. Sulla fiancata troviamo delle nuove luci di svolta a LED, sottili e moderne, incluse perfettamente nelle linee che caratterizzano il proseguimento della carrozzeria. Scompaiono le maniglie delle portiere, che sono ora incluse nella fascia che percorre tutta la carrozzeria. Sono offerti quattro diversi stili per i cerchioni, disponibili in misure dai 15 ai 17 pollici. Il posteriore è forse la zona rimasta più fedele in assoluto con il passato, ma anche qui troviamo delle differenze. La forma appare leggermente più bombata, mentre il design dei fari posteriori è rimasto simile, ma non c’è più il “cuore” di carrozzeria e si torna all’antico con un’unica unità a sviluppo verticale. La zona del portatarga è ora maggiormente inclusa nella carrozzeria, che perde la maniglia cromata, mentre immediatamente sotto al lunotto troviamo il rinnovato logo “Fiat”, che avevamo già visto su alcuni modelli commercializzati oltre oceano. Sono tre i colori di lancio: oro Rose Gold, nero Onyx Black e il blu Glacier Blue che potete vedere nelle nostre immagini.

Un abitacolo completamente ripensato

Se l’esterno è moderno, ma riconoscibile, l’abitacolo è a dir poco rivoluzionato. La nuova Fiat 500 elettrica sposa un approccio completamente slegato al passato, con una scelta di design minimalista e moderna. Pochissimi i pulsanti, posizionati al centro della plancia. Il volante presenta ora un design a due razze, molto moderno e leggermente sportivo. Dietro ad esso troviamo il quadro comandi digitale con schermo da 7 pollici, sempre rinchiuso in una cornice rotonda. Il vero protagonista, però, è lui, lo Uconnect touchscreen da ben 12,25 pollici, che monta la quinta e più recente versione del suo software. È stato inserito anche un assistente ad attivazione vocale, sulla stessa falsa riga di altri marchi di livello premium, che inizia ad ascoltare alla pronuncia di “Hey, Fiat”.

Sono moderni persino i materiali utilizzati per le sellerie. In particolare si segnala il “seaqual”, una speciale fibra ricavata dal riciclaggio della plastica ripescata dalle acque marine. Sugli allestimenti più ricchi troviamo anche quella che sembrerebbe pelle, ma che in realtà è un materiale a base di poliuretani vegani, ad ulteriore conferma di come la 500 elettrica voglia essere una “portabandiera” dell’ecologia non solo per il suo essere a emissioni zero allo scarico, ma anche per la sua stessa realizzazione. Lo spazio è decisamente abbondante per guidatore e passeggero anteriore, grazie anche all’eliminazione del tunnel centrale (del resto il cambio automatico non aveva bisogno di trovavi comandi, ora completamente composti da pulsanti). Per le medie di segmento non è male nemmeno lo spazio per la panca posteriore, anche se ovviamente su una citycar di questo genere si inizia a stare un po’ stretti. Il bagagliaio, invece, è rimasto praticamente invariato, con un minimo di 185 litri e un massimo di 550 litri con i sedili reclinati. Gli allestimenti a disposizione sono tre: Action, Passion e Icon. Piccola nota a margine: la chiave di accensione a forma di pietra è bellissima.

Che motore e autonomia ha la nuova Fiat 500 elettrica?

La nuova Fiat 500 elettrica, come detto, è stata sviluppata su un pianale completamente nuovo, pensato appositamente per la mobilità elettrica. La super utilitaria di FCA monta ora un’unità da 118 Cv di potenza, collegata ad una batteria agli ioni di litio da 42 kWh. Secondo i dati ufficiali dichiarati dalla casa, può vantare un’autonomia massima di ben 320 km. La velocità, limitata elettronicamente, arriva a 150 km/h, mentre lo scatto da 0 a 100 viene completato in 9 secondi netti, anche se il risultato più considerevole è lo 0-50, che grazie alla natura stessa dei motori elettrici viene completata in appena 3,1 secondi. Promettono bene anche i tempi di ricarica, dato che Fiat garantisce ricariche tramite le colonnine ultraveloci fino all’80% in 35 minuti. Naturalmente non manca una nutrita serie di ADAS di livello 2, come il mantenimento attivo della corsia, il cruise control adattivo con funziona di Stop & Start, la frenata di emergenza e il controllo dell’angolo cieco.

La guida è decisamente piacevole. La 500 è sempre stata un’auto piuttosto divertente da guidare per il suo segmento di appartenenza, grazie ad un buon rapporto peso/potenza che ha sempre giocato a suo favore. Quasi inutile sottolineare come l’introduzione di un motore elettrico, soprattutto con la sua coppia da 220 Nm immediatamente disponibile, abbia reso l’esperienza di guida ancora più dinamica di quanto non fosse con il 1.200 benzina. Quel risultato da 0 a 50 km/h in 3,1 secondi è notevole, ma l’accelerazione della 500 non è “bruciante”, anzi. Non è un difetto, in quanto si è voluto puntare con forza sul comfort di guida e continui scatti al semaforo non sarebbero stati apprezzati molto dal grande pubblico. Le partenze in “stile Abarth” piacciono, ma non se si deve usare la vettura ogni giorno nel traffico urbano (c’è a chi piace, ma non può essere una regola generale). La Nuova Fiat 500 elettrica, comunque, non sbaglia nemmeno un colpo. Anzi, sulle strade intorno a Torino abbiamo potuto apprezzarne anche la forza sulle strade in salita. Il volante si è dimostrato molto preciso e comodo, oltre che bello da vedere. Non ci pronunciamo ancora sull’autonomia, per la quale ci riserviamo di esprimere il nostro giudizio in una futura puntata di Com’è & Come Va. Sono disponibili due varianti di batteria: una entry level con l’allestimento Action che arriva fino a 180 km, mentre la seconda garantisce nel ciclo misto WLTP i già citati 320 km. Fiat, però, promette che nel solo ciclo urbano la nuova 500 potrà arrivare anche fino a 450 km di autonomia. Sarà nostra premura verificarlo su strada in futuro. Sono disponibili tre modalità di guida: Normale, Range e Sherpa, ognuna, con una diversa gestione dell’energia. La seconda attiva anche la funzionalità “one pedal drive”, che permette di usare un solo pedale per accelerare e frenare. Un sistema che necessita di un po’ di pratica, ma che permette di risparmiare moltissima energia e di conseguenza aumentare l’autonomia.

Quanto costa la nuova Fiat 500 elettrica?

La nuova Fiat 500 elettrica ci riserva un’ultima sorpresa, ovvero il prezzo. Nel mondo automotive ci è capitato spesso di avere a che fare con versioni 100% di auto già esistenti che, a causa anche dell’ancora bassa domanda del mercato, finivano per avere dei prezzi nettamente superiori alle loro controparti termiche. Bisognava davvero “avere fede” nell’elettrico per fare un simile passo. Eppure la nuova Fiat 500 riesce ad essere diversa anche in questo. La versione entry level con allestimento Action e autonomia da 180 km, infatti, è proposta a partire da 19.900 € compresi gli ecobonus statali (il prezzo di partenza senza aiuti è di 26.150 €) e si può scendere ulteriormente in caso di rottamazione. Se si desidera la versione Passion con 350 km di autonomia si sale a 23.700 €, un prezzo comunque molto interessante se si considera anche il risparmio in termini di carburante (qui potete trovare il configuratore ufficiale). Tra l’altro la casa, attraverso FCA Bank e Leasys, offrono diverse soluzioni di acquisto o noleggio interessanti, compreso il pacchetto easyWallbox a 399 €.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati