Lockdown: lo spettro di ulteriori chiusure e restrizioni più stringenti agli spostamenti

Lockdown: lo spettro di ulteriori chiusure e restrizioni più stringenti agli spostamenti

Governo e Regioni prendono tempo, ma l'epidemia appare fuori controllo

Lockdown: lo spettro di ulteriori chiusure e restrizioni più stringenti agli spostamenti

La parola lockdown torna prepotentemente a incutere timore tra gli italiani.

Con la seconda ondata di contagi da Covid-19 che giorno dopo giorno cresce in maniera sempre più significativa e virulenta, aumentando repentinamente la pressione sugli ospedali e sull’intero sistema sanitario come racconta l’incremento dei ricoveri di pazienti nei raparti ordinari e in terapia intensiva, e purtroppo anche delle vittime, lo spettro di un nuovo lockdown generale per il nostro Paese si fa sempre più concreto.

Il premier Conte: “Lockdown è lo scenario da scongiurare a ogni costo”

Ad avvalorare tali timori, oltre alla crescita esponenziale delle curva dei malati che necessitano delle cure in terapia intensiva, sono anche le parole del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte che, nelle scorse ore, ha parlato per la prima volta di lockdown affermando che quello è lo scenario da scongiurare a ogni costo. Per riuscire ad evitare ulteriori restrizioni alla mobilità, agli spostamenti delle persone, nuove chiusure e misure ancora più stringenti per le attività economiche e produttive, servirà vedere qualche segno di rallentamento della curva dei contagi nei prossimi giorni. Se ciò non dovesse accadere appare quasi inevitabile che si vada verso un altro lockdown, il secondo dopo quello della scorsa primavera.

Ricciardi: “Subito lockdown locali a Milano e Napoli”

In un scenario epidemiologico in continua e rapida evoluzione, alcuni esperti suggeriscono dei lockdown mirati alle aree più colpite, quelle dove il contagio appare ormai fuori controllo. È di questo avviso Walter Ricciardi, ordinario di Igiene all’Università Cattolica e consigliere del ministro della Salute, secondo cui andrebbero fatti dei lockdown locali, ad esempio nelle città di Milano e Napoli, che sono tra quelle maggiormente sotto pressione. Tuttavia le parole di Ricciardi non sono state prese bene dai decisori politici locali. Il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana ha risposto affermando che “non ci sono condizioni per il lockdown… anzi, tutti i nostri interventi vanno nella direzione di evitare ogni tipo di lockdown”, mentre il sindaco di Milano Giuseppe Sala ritiene che sia meglio ancora aspettare: “Anche nella peggiore delle ipotesi avremmo 10-15 giorni per decidere un eventuale lockdown”.

Cartabellotta: “La strategia attendista porta al lockdown”

Nonostante il governo proverà ad attendere il più possibile per evitare di varare misure più restrittive, che comunque in queste ore stanno prendendo anche i governi di altri Paesi europei dove la situazione è critica quanto o più che in Italia, aspettare ancora, considerando il rapido peggioramento del quadro epidemiologico su tutto il Paese, non porterà ad alternative diverse al lockdown. Un avviso quest’ultimo sottolineato anche da Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, che ha esortato i decisori politici a intervenire rapidamente twittando: “La strategia attendista porta al lockdowm. Sindaci e Presidenti di Regioni non perdano altro tempo a chiudere dove epidemia è fuori controllo”.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati