Abarth A112: la storia di un successo Made in Italy che potrebbe tornare [RENDER]

Un disegno per sognare e ricordarsi di una piccola dello Scorpione che fece impazzire i giovani. La vorreste, almeno, elettrica?

Abarth A112: la storia di un successo Made in Italy che potrebbe tornare [RENDER]

La A112 Abarth è stata presentata al Salone dell’automobile di Torino nell’ottobre del 1971 ed ebbe subito un gran successo tra il pubblico. Infatti gli ordini furono molti ancor prima della sua effettiva produzione. Rispetto alla normale “A112” il motore era rivisto pesantemente da Carlo Abarth che anche se aveva ceduto la propria azienda a FIAT rimaneva ingaggiato come consulente.

La cura Abarth

Così il motore passava da 903 cc a 982 cc mediante l’allungamento della corsa e l’introduzione di un nuovo albero motore in acciaio. Il rapporto di compressione veniva alzato a 10:1 con pistoni stampati, nuovo albero a camme e sedi delle valvole, uno scarico completo interamente rivisto e carburatore a doppio corpo. Upgrade mirati per aumentare la potenza sopra i 60 CV ma per garantire una maggiore affidabilità al cliente finale la potenza venne limitata a 58 CV così per avere un motore sia elastico sia robusto. Ovviamente anche l’impianto frenante venne maggiorato con pinze sui dischi anteriori e servofreno.

Il successo di massa

La A112 Abarth fu un grande successo e una vera auto sportiva derivata dalla grande serie. In quasi 15 anni di vendita rimase una delle compatte sportive più vendute e della prima serie si conta una produzione di ben 4.641 unità. Inizialmente fu prodotta nell’unica colorazione rosso/nero ma dal ‘72 furono aggiunte nuove tinte monocromatiche senza però variante la selleria nera in finta pelle.

Il futuro

Questa è la storia della A112 Abarth e visto la sua indimenticata notorietà nel nostro Paese cosa ne pensate del render che trovate in questo articolo? Vi piacerebbe vederla magari anche completamente elettrica a modi nuova 500?

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati