Jaguar E-Pace 2021: restyling con nuovo pianale e motori ibridi [FOTO e VIDEO]

Look più raffinato, disponibile anche con l'ibrido plug-in

La Jaguar E-Pace si rinnova con il restyling di metà carriera che arriva a tre anni di distanza dal debutto del modello.

Il SUV medio della Casa britannico è stato rinnovato in maniera significativa su più fronti, con novità maggiori, tanto tecniche quanto estetiche, rispetto a quanto avviene solitamente con un facelift, a partire dalla nuova piattaforma e dall’introduzione delle motorizzazioni ibride.

Rinnovati anteriore e posteriore del SUV

La Jaguar E-Pace 2021 affina il look esterno con una serie di interventi che hanno aggiornato le prese d’aria anteriori, la parte inferiore del fascione e la griglia con nuove cromature a effetto tridimensionale. Novità anche sui gruppi ottici con i fari Pixel LED adattivi con luci diurne disposte su due livelli. Per quanto riguarda il posteriore, si nota un nuovo fregio tra i terminali di scarico e gli aggiornati fanali a LED che mantengono la forma precedente ma propongono un motivo luminoso diverso.

Interni rivisti, infotainment Pivi Pro

Gli interni della nuova Jaguar E-Pace hanno rinnovato i rivestimenti dei sedili, così come quelli della plancia, ora di maggior qualità, oltre alle luci d’ambiente e al nuovo selettore del cambio automatico. Sul fronte tecnologico è stata introdotta a bordo la più recente generazione del sistema d’infotainment Pivi Pro con display touch da 11,4 pollici e ampie funzioni di connettività.

Nuova piattaforma

La nuova E-Pace è costruita sul nuovo pianale Premium Transverse Architecture del gruppo Jaguar Land Rover, lo stesso su cui poggiano la Land Rover Discovery Sport e la Range Rover Evoque. Tale piattaforma permette di adottare anche motorizzazioni mild-hybrid e plug-in hybrid, mentre la trazione può essere anteriore o integrale.

Ibrido leggero su quasi l’intera gamma motori

Proprio sul fronte delle motorizzazioni, arrivano le novità più significative per la Jaguar E-Pace che col nuovo modello accoglie diverse opzioni ibride. Tutte le varianti a benzina della nuova E-Pace dispongono del sistema mild-hybrid con impianto elettrico a 48 volt. La gamma propone il tre cilindri turbo da 1.5 litri che sviluppa 160 CV, con cambio automatico a 8 rapporti e trazione anteriore, per poi passare al quattro cilindri turbo da 2.0 litri declinato in tre step di potenza: 200, 249 e 300 CV, tutte associate alla trasmissione automatica a 9 marce e alla trazione 4×4. Sul fronte dei diesel è presente l’unica opzione senza tecnologia mild-hybrid: il 2.0 turbo da 163 CV con trazione anteriore e cambio manuale a 6 velocità. Il sistema MHEV è invece presente sul resto della gamma diesel, ovvero sul quattro cilindri turbo da 2.0 litri disponibile con potenza dai 163 e 204 CV, entrambe con cambio automatico a 9 marce e trazione integrale.

Jaguar E-Pace PHEV: ibrida plug-in da 309 CV

A completare la rosa di motorizzazioni della nuova Jaguar E-Pace, al vertice della gamma, c’è il motore ibrido plug-in che mette insieme il tre cilindri 1.5 da 200 CV e 280 Nm di coppia e l’unità elettrica da 109 CV e 260 Nm, sviluppando una potenza complessiva di 309 CV. Montata sotto il pavimento c’è una batteria agli ioni di litio da 15 kWh a supportare il motore elettrico, batteria che può essere ricaricata fino all’80% in poco più di un ora con una rete elettrica a 7 kW e in 30 minuti con una rete a 32 kW. La Jaguar E-Pace PHEV, capace di accelerare da 0 a 100 km/h in 6,1 secondi, offre un’autonomia in elettrico fino a 55 chilometri. Guidando in modalità ibrida i consumi sono estremamente contenuti: 50 chilometri con un litro, secondo quanto dichiarato da Jaguar.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati