Lockdown Milano: rischio stop da lunedì 2, limitazioni tra Regioni

Lockdown Milano: rischio stop da lunedì 2, limitazioni tra Regioni

A rischio anche altre città come Napoli, Roma e Bologna

Lockdown Milano: rischio stop da lunedì 2, limitazioni tra Regioni

L’impennata di contagi può portare a nuove chiusure, già dall’inizio della prossima settimana. L’ultimo bollettino ha mostrato come Lombardia e Piemonte abbiano raggiunto un Rt superiore a 2 ed altre regioni sono in difficoltà. Il Governo sta studiando l’ipotesi di alcuni lockdown locali, in particolare con Milano e Napoli sotto osservazione, con limitazione agli spostamenti tra Regioni.

Lockdown a Milano dal 2 novembre?

Il capoluogo lombardo sta soffrendo e sta vedendo i casi aumentare con rapidità, nel corso degli ultimi giorni. E già nei giorni scorsi era tornata d’attualità la parola ‘lockdown’, seppur respinta dal sindaco Beppe Sala. Tuttavia, tra giovedì e venerdì la situazione si è aggravata ulteriormente e questo weekend potrebbe portare alla stretta, con uno stop a tutta l’area metropolitana da lunedì.

Allo studio, di governo e Regione Lombardia, ci sono le misure che già abbiamo conosciuto tra marzo ed aprile, cioè il blocco di tutte le attività non essenziale ed il blocco agli spostamenti dei cittadini, con l’utilizzo dell’autocertificazione per chi dovrà spostarsi per motivi di lavoro, salute o necessità. Anche c’è chi spinge più per una soluzione ‘alla francese’, con un lockdown più light, cioè lasciando aperte una parte delle attività produttive e le scuole, escluse le superiori e le università.

Lo stesso rischio viene corso anche da altre città italiane, in particolare Napoli, ma anche Torino, Roma e Bologna, dove i casi sono saliti in maniera esponenziale nell’ultimo periodo. Di certo, sarà un weekend molto caldo e con possibili cambiamenti dell’ultima ora. Pare scongiurato, invece, almeno per il momento, un lockdown a livello nazionale, come avvenuto a marzo e aprile.

Limitazioni tra le Regioni allo studio

Potrebbe, invece, essere reintrodotto il divieto di spostamento tra le Regioni. Questo è uno dei provvedimenti presi in considerazione: c’è chi vorrebbe un blocco completo, mentre altri spingono per uno stop solo tra le Regioni con la soglia di Rt oltre 1,5. Secondo l’ultimo report dell’Istituto Superiore di Sanità, sono Calabria, Emilia, Friuli, Lazio, Liguria, Molise, Puglia, Umbria e Valle d’Aosta. Più le province autonome di Bolzano e Trento. Insomma, una buona parte d’Italia.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati