Suzuki Ignis 2020: tutti i segreti del nuovo SUV compatto ibrido anche 4×4 [VIDEO]

Tecnologica e connessa, con possibilità di cambio automatico CVT, e motore 1.2 litri benzina 4 cilindri DualJet

Compatta, in veste SUV, tecnologica e connessa con possibilità di trazione 4×4 e cambio automatico di tipo CVT. “What else?” direbbe un famoso Giorgio del Kentucky. Ebbene tutto questo risponde al nome di Suzuki Ignis che si è recentemente rinnovata con un look ancora più accattivante contraddistinto dalla nuova mascherina frontale con quattro feritoie cromate, paracolpi in stile off-road all’anteriore e posteriore e fari fendinebbia rialzati in posizione più protetta dai piccoli urti.

Dimensioni e bagagliaio

Le dimensioni sono furbe per la città con i suoi 3,70 metri di lunghezza, 1,69 in larghezza e 1,605 in altezza e anche l’altezza da terra aiuta nell’off-road visto che cresce di +1 cm e arriva a 18 cm mentre il passo di 2,435 metri garantisce una buona abitabilità per 4 persone. Il peso di 890 kg totali a secco per la versione 2WD con un raggio di sterzata di 4,7 metri rendono la nuova Ignis agilissima nel traffico e nei cambi di direzione. Il bagagliaio è di 260 litri standard ma portando in avanti il divano posteriore si guadagnano 100 litri arrivando a 360 litri. Abbattendo la seduta posteriore frazionata 50:50 si arriva ad una capienza massima di 514 litri. La capienza della versione 4×4 scende a 204 litri standard, 304 litri con il divano avanzato e 490 litri senza schienali.

Motore unico

Il motore è per tutte le versioni di Ignis il 1.2 litri benzina 4 cilindri DualJet da 83 CV 107 Nm di coppia a 2.800 giri ovvero molto più in basso rispetto ai 4.400 giri del motore precedente. Questo piccolo propulsore termico viene aiutato dal modulo ibrido ISG che ha la funzione di alternatore, motorino di avviamento e mini motore elettrico visto che si alimenta tramite batteria maggiorata da 3 a 10,3 Ah e aiuta la trazione sia in fase di accelerazione sia in fase di ripartenza da fermo.

Cambio e trazione

La trazione è di serie anteriore e può essere abbinata alla trasmissione manuale a 5 rapporti o al cambio automatico di tipo CVT che simula 7 rapporti (la Ignis è l’unica auto di segmento A disponibile con questa opzione). La trazione integrale 4×4, disponibile solo con cambio manuale, è un optional e si chiama AllGrip. Funziona tramite uno schema a giunto viscoso che trasmette in maniera automatica la coppia all’asse posteriore quando le ruote all’anteriore perdono aderenza.

Infotainment e dotazione

All’interno il quadro strumenti viene rinnovato ed è ora più ordinato e leggibile con tre elementi distinti di cui due analogici per contagiri e contachilometri mentre sulla destra c’è un piccolo schermo digitale per il computer di bordo. L’infotainment è racchiuso nello schermo touchscreen da 7 pollici centrale che ha piena compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto. Anche il climatizzatore automatico ha ora comandi fisici più rifiniti e pratici, è la dotazione viene completata dal navigatore satellitare, cruise control, frenata automatica d’emergenza, mantenimento di corsia e monitoraggio stato d’allerta del guidatore.

Allestimenti e prezzo

Solo due gli allestimenti tra cui scegliere: Cool e Top con prezzi di partenza da 16.500 euro per la trazione anteriore manuale in allestimento Cool fino ai 19.250 euro per l’allestimento Top 4×4 AllGrip.

Nuova Volkswagen Golf 8 ibrida Da 179 € al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati