Volkswagen Golf R 2021: 320 CV con trazione integrale R e drift mode [VIDEO]

Tutte le caratteristiche della Golf R più potente di sempre

La nuova Volkswagen Golf R 2021 arriva a stretto giro dopo le presentazioni di Golf GTI e Golf GTI Clubsport. Un ampliamento della gamma sportiva che porta la compatta tedesca con la “R” a ben 320 CV e 420 Nm di coppia. È lei la più potente della famiglia e si avvale della trazione integrale R per staccare l’accelerazione da 0-100 km/h in 4,7 secondi e raggiungere la velocità massima di 250 km/h limitata elettronicamente.

Pacchetto opzionale drifting

Per implementare queste performance basta aggiungere il pacchetto R-Performance optional che porta la velocità massima a 270 km/h e aggiunge uno spoiler più grande, cerchi da 19’’ e due modalità di guida aggiuntive chiamate: Special e Drift. Così da poter avere una Golf ancora più divertente e performante. Il profilo Special è stato affinato al Nurburgring e garantisce la massima aderenza su fondi ondulati (tipici della pista tedesca). Infatti il tempo al Ring è migliorato di 17 secondi rispetto a quello della precedente Golf R. Con il profilo Drift, come dice il nome, permette di derapare grazie al settaggio dell’ESC in Sport.

VW Golf R design sportivo

È facile distinguerla grazie ad un look racing rispetto alle altre sorelle della gamma Golf. Con la nuova Golf R abbiamo un fascione anteriore completo di splitter e grandi prese d’aria. Le differenze estetiche le troviamo anche nella parte superiore della mascherina con un profilo blu dedicato che si illumina a modi striscia LED appena accendiamo il motore. Le luci anteriori sono full LED e la carrozzeria è solo a cinque porte con cerchi da 18’’ di serie ma opzionali da 19’’ con pneumatici semi-slick per i track day. Al posteriore troviamo un grande diffusore di colore nero lucido che integra quattro terminali di scarico (due per lato) con la possibilità di averli firmati da Akrapovic (optional in titanio più leggero di sette chili rispetto all’originale e dal sound modulabile tramite valvole). Sul lunotto posteriore è presente uno spoiler mentre sono tre i colori per la carrozzeria: Lapiz blue metallic, Pure white e Deep black pearl effect.

Contagiri digitale da pista

Anche la Golf R si basa sull’ultima generazione di Golf 8 e porta in dote tutti i sistemi tecnologici e d’infotainment d’avanguardia. C’è uno schermo centrale da 10’’ con navigatore e comandi vocali con tutte le grafiche e funzionalità dei sistemi Discover Media mentre la strumentazione è completamente digitale con il Discover Cockpit Pro con tanto di logo R e contagiri rotondo. Con la nuova Golf R abbiamo il contagiri orizzontale dal look 3D posizionato nella parte alta del display. Si chiama R-View e la scala va da 0 a 8.000 giri. Risulta essere molto funzionale quando si guida in pista e nelle modalità Special e Drift visto che il cambio di marcia automatico viene disattivato. Così grazie alle luci progressive che cambiano colore possiamo gestire le cambiate in maniera molto efficace. Con il Digital Cockpit abbiamo un menu dedicato alle specifiche per la trazione integrale “intelligente” e alla distribuzione della coppia del sistema, oltre alle forze G laterali e longitudinali e informazioni su temperatura del cambio, potenza e coppia erogata.

VW Golf R interni

Le personalizzazioni in salsa sportiva continuano anche all’interno con sedili anteriori racing dotati di poggiatesta integrati e pedaliera in acciaio satinato. Il volante è tagliato nella parte bassa e presenta il logo R può essere rivestito in pelle con cuciture a contrasto (come per la selleria) ed è dotato di paddle per la gestione manuale del cambio DSG. Per cambiare modalità di guida sulla razza sinistra del volante troviamo l’inedito pulsante R per passare direttamente alla mappatura Race.

Golf R motore da 320 CV

La nuova Volkswagen Golf R 2021 viene equipaggiata con un motore 4 cilindri da 2.0 litri turbo TSI capace di erogare 320 CV e 420 Nm di coppia dai 2.100 ai 5.350 giri/minuto. Un surplus di potenza di 20 CV e 20 Nm di coppia rispetto alla Golf R precedente. La trasmissione è automatica DSG a 7 rapporti e viene abbinata alla trazione integrale. C’è un importante regolazione delle temperature per il motore TSI che riesce a “scaldarlo” brevemente per portarlo subito in temperature e raffreddarlo nell’utilizzo estremo.

4Motion + R-Performance

Il nuovo sistema di trazione integrale prende il nome di 4Motion con R-Performance Torque Vectoring. Il retrotreno multilink è stato completamente riprogettto per poter ripartire la coppia non solo all’asse anteriore o posteriore ma anche sulle singole ruote posteriori. Il sistema può inviare fino al 100% della coppia su una singola ruota, frenarla, privarla di potenza per permettere una manovra più veloce e un migliore raggio di sterzata. Così si ottiene un’auto estremamente agile e facile da guidare visto che aumentano i tempi per correggere l’eventuale sottosterzo dovuto da un errore di guida. Il sistema 4Motion è del tutto modificabile a proprio piacimento grazie alle modalità di guida: Comfort, Sport, Race e Individual. L’assetto è ribassato di 20 millimetri rispetto alle altre Golf ma anche le molle e barre stabilizzatrici sono più rigide del 10% rispetto alla precedente Golf R.

Uscita e prezzo

Entro fine mese si apriranno gli ordini per la nuova Volkswagen Golf R 2021 e scopriremo il prezzo di listino dell’auto mentre l’uscita in Italia è prevista a partire da inizio 2021.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati