Mini Vision Urbanaut: il concept di VAN compatto che esalta l’esperienza dello spazio [FOTO]

Con tre "Mini Moments" che guidano la trasformazione di interni ed esterni

Si chiama Vision Urbanaut il nuovo ed inedito concept appena presentato da Mini in occasione di #NEXTGen. Si tratta di un prototipo che racconta un approccio insolito e totalmente nuovo della Casa britannica, un futuristico VAN che in dimensioni compatte vuole esaltare l’esperienza di viaggio attraverso la massima fruibilità degli spazi di bordo, capaci di adattarsi e cambiare assecondando le esigenze dei passeggeri.

Per fare ciò la Mini Vision Urbanaut si affida a soluzioni di guida autonoma e ad una forte sensibilità ambientalista, che va dall’uso di materiali riciclati alla motorizzazione totalmente elettrica.

Tre Mini Moments che cambiano interni ed esterni

Proprio la modalità di vivere l’ambiente interno del veicolo a guidato la progettazione di questo prototipo, con la Vision Urbanaut che si declinata in tre “Mini Moments”, vale a dire l’insieme di occasioni sul tipo di uso degli spazi dell’abitacolo, chiamati Chill, Wanderlust e Vibe. Ognuno dei tre Mini Moments gode di una caratterizzazione specifica di esterni ed interni, che vengono modificati grazie al Mini Token, una gemma ovale da inserire in differenti slot presenti sul tavolo centrale nell’abitacolo. Particolarmente spiccata è anche la personalizzazione aggiuntiva rispetto ai tre Moments, con la possibilità di modificare varie impostazioni (climatizzazione, musica, fragranza, illuminazione, ecc) e salvare la proprie preferenze nel My Mini Moments.

Chill, Wanderlust e Vibe

In modalità Chill, la Mini Vision Urbanaut diventa uno spazio relax utilizzabile da fermo, con il display retroilluminato che visualizza l’immagine di una foresta, mentre luci e suoni dell’abitacolo ricreano l’atmosfera immersa nella natura. In questo settaggio la strumentazione scompare completamente, mentre le sedute diventano più generose e rilassate. Esternamente cambiano i gruppi ottici e le ruote che riproducono grafiche astratte che richiamo i boschi.

Selezionando Wanderlust il veicolo si predispone per l’esplorazione e l’avventura, con informazioni del navigatore prodotte con grafiche in stile anni ’50 e ’60, immagini di movimento proiettate sopra ai sedili posteriori e possibilità al conducente di scegliere se guidare lui manualmente o affidarsi alla guida autonoma. Sugli esterni fari e ruote segnalano quando la marcia è gestita dal computer.

In Vibe la concept di Mini si trasforma in luogo di socializzazione, fatto di condivisione di spazio e musica, aprendo portiera e parabrezza e colorandosi con diverse tonalità (nero, turchese e magenta). I contenuti multimediali, che diventano centrali in questo caso, sono gestibili dalla strumentazione. Esternamente sono ancora cerchi e fari a modificarsi, questa volta diventando dei LED dell’equalizzatore audio.

Quattro posti e movimento degli elementi

L’abitacolo della Mini Vision Urbanaut ha guidato la progettazione dell’intero veicolo. Il concept, che ha una lunghezza di 4,46 metri, sfrutta la piattaforma elettrica che permette di sfruttare un’ampia modularità, come sottolinea la presenza della grande porta scorrevole per accedere all’interno della vettura. A bordo sono disponibili quattro posti, con i sedili anteriori ruotabili e quelli posteriore pieghevoli. Si apre anche il parabrezza, facendo quasi da balcone, oltre alla movimentazione possibile per plancia, volante e parabrezza, con quest’ultimi due che si ritraggono attivando la guida autonoma. La parte posteriore dell’abitacolo assume la configurazione di un piccolo salotto, con tavolo ripiegabile. L’ambiente punta su design miminal con comandi touch sul Loop, come è stato denominata la superficie retroilluminata nella zona posteriore e centrale.

Design inedito

Guardando il look esterno, la Mini Vision Urbanaut ha proporzioni da monovolume, con ottimizzazione del passo, e frontale in stile Mini ma con alcune novità come la struttura in alluminio che nasconde i fari Matrix LED quando sono spenti. La griglia, di forma ottagonale, integra i sensori per la guida automatizzata. Tecnologia Matrix LED che troviamo anche sui fanali. Particolare è pure il colore scelto per la carrozzeria di questo concept, denominato Zero Gravity Matt, che vanta di riflessi verdi, blu e grigi.

Sulle ruote si notato la finitura Ocean Wave che evoca il motivo della Union Jack e la forma di uno skateboard, unendo così tradizione del marchio Mini e approccio giovanile del progetto. Anche il montante posteriore permette un ulteriore tocco di personalizzazione, grazie alle Mini Charms, dei piccoli spazi sotto un vetro dove poter applicare adesivi, pin o altri elementi per ricordare viaggi o eventi, oppure dei QR Code che rimandano a siti web.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati