Regno Unito: stop alle auto nuove benzina e diesel dal 2030

È arrivato l'annuncio ufficiale del governo britannico

Regno Unito: stop alle auto nuove benzina e diesel dal 2030

Tre anni fa il Regno Unito annunciò la volontà di vietare la vendita di auto nuove benzina e diesel, a partire dal 2040, lasciando così il mercato solamente alle vetture elettrificate. Tuttavia, in molti hanno criticato questa data, ritenendola poco aggressiva, a fronte del problema inquinamento. Ora questo stop è stato ufficialmente anticipato di 10 anni, al 2030, come annunciato dal primo ministro Boris Johnson.

Stop anche alle ibride dal 2035

Già nei mesi scorsi si era prefigurato un anticipo di questa data, ma si pensava ad un limite intermedio, come il 2035 (o, al più presto, il 2032). Invece, è passata la linea più dura ed è arrivato anche l’annuncio da parte del governo inglese.

Lo stop ai veicoli con motore termico interesserà anche le vetture ibride ed ibride plug-in, anche se, fino al 2035, sarà consentita la vendita di vetture “in grado di percorrere una distanza significativa senza emettere carbonio”. Poi solo auto elettriche.

Incentivi e sussidi per la transizione

Questa vera e propria rivoluzione sarà accompagnata da una serie di incentivi e di manovre, nei prossimi anni. Si tratta di un investimento di 1,3 miliardi di sterline per distribuire colonnine ricarica su strade, autostrade e anche nelle case e di oltre 500 milioni per lo sviluppo e la produzione di larga scala delle batterie.

I bonus saranno disponibili anche per i cittadini: si parla di circa 600 milioni di sterline per l’acquisto di veicoli ad emissioni zero.

Una rivoluzione, ma il Regno Unito è pronto?

L’obiettivo è quello di arrivare alle emissioni zero entro il 2050, visto che, nel frattempo, le auto benzina, diesel e ibride acquistate precedentemente continueranno a circolare (seppur bisognerà capire con quali eventuali restrizioni). Ma sarà una sfida davvero importante: sono quasi il 74% i veicoli con motore termico attualmente vendute nel Regno Unito.

Diversi altri paesi europei, tra cui Francia, Paesi Bassi e Norvegia, hanno preso in considerazione il divieto delle auto a combustione interna. Gli standard di emissione più severi dell’Unione Europea, entrati in vigore all’inizio di quest’anno, hanno già portato a un aumento della produzione di veicoli elettrici sul mercato. Ma basteranno dieci anni per una rivoluzione così netta? Il 2030 non è così lontano…

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati