Covid-19: confermata la zona rossa per Calabria, Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta fino al 3 dicembre

Decisa anche la permanenza di Sicilia e Puglia in zona arancione

Covid-19: confermata la zona rossa per Calabria, Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta fino al 3 dicembre

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato le prime ordinanze che rinnovano le misure anti-Covid di alcune Regioni. Al momento sono sei quelle che conoscono il loro destino dei prossimi 15 giorni. Fino al 3 dicembre 2020 restano in zona rossa Calabria, Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta, così come permangono in zona arancione Sicilia e Puglia.

Nessun allentamento per Calabria, Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta

Per queste sei Regioni nessun cambiamento di fascia, e dunque di valutazione del rischio, nonostante il trend dell’Rt, l’indice di trasmissibilità, sia in calo un po’ ovunque, anche se ancora sopra la fatidica soglia di 1, su tutto il territorio nazionale. Per queste sei Regioni la conferma delle misure restrittive definite dal dpcm del 3 novembre, arrivata al termine della valutazione da parte della cabina di regia dell’emergenza sanitaria e del ministero della Salute, raccontano di una situazione epidemiologica sostanzialmente stabile, almeno al punto da non permettere allentamenti delle misure nelle zone rosse, così come nelle Regioni arancioni, che avrebbero potuto però anche finire nella fascia rossa.

Sicilia e Puglia restano in fascia arancione

La classificazione decisa dell’ultimo dpcm viene dunque mantenuta per queste sei Regioni, prolungandole fino al 3 dicembre, data nel quale scade anche il decreto che ha istituito le regole attualmente in vigore e nella quale è atteso un nuovo dpcm. Nonostante la conferma delle rispettive zone, il ministero della Salute precisa che rimane “la possibilità di nuova classificazione prevista dal decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 3 novembre 2020”. Mentre appare difficile prima del 3 dicembre un passaggio delle Regioni in zona rossa in una fascia di rischio meno elevata, non è invece da escludere che i territori in area arancione, ovvero Puglia e Sicilia, possano passare in zona rossa nell’eventualità di un peggioramento del quadro epidemiologico nel territorio.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati