Napoli, positivo al Covid-19 va in tangenziale per aiutare la compagna senza benzina e patente: denunciato

L'uomo ha violato l'isolamento obbligatorio, sanzione stradale per la donna

Napoli, positivo al Covid-19 va in tangenziale per aiutare la compagna senza benzina e patente: denunciato

Gli agenti della Polizia Stradale di Napoli hanno fermato una coppia in tangenziale scoprendo che l’uomo era positivo al Covid-19, e che quindi non avrebbe dovuto uscire di casa, e che la donna, rimasta a corto di carburante mentre era alla guida, è senza patente.

A secco in tangenziale e senza patente

Come racconta Il Mattino, intorno al km 7 della tangenziale di Napoli in direzione Pozzuoli, gli agenti hanno notato una donna che con la propria auto aveva accostato ed era ferma tra la seconda corsia di marcia e la banchina laterale. Ai poliziotti la donna ha spiegato che il veicolo era rimasto a secco di carburante. Fatti gli accertamenti del caso, durante i quali la donna ha spiegato di essere in attesa del compagno che gli avrebbe portato il carburante per ripartire, gli agenti della Polstrada hanno scoperto che la conducente era priva di patente di guida e di non averla mai conseguita. Inevitabile a quel punto la sanzione alla donna per violazioni del Codice della Strada. 

Positivo al Covid viola l’isolamento obbligatorio

Una volta arrivato il compagno della donna, un 45enne originario di Volla, dopo i relativi controlli gli agenti hanno fatto una seconda scoperta. L’uomo, infatti, non si sarebbe mai dovuto allontanare da casa in quanto positivo al Covid-19 e dunque obbligato ad un provvedimento restrittivo sanitario. Il 45enne è stato così denunciato per violazione dell’isolamento obbligatorio

Offerta Volkswagen ID.3 100% Elettrica da 299€ al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati