Citroen SpaceTourer e Jumpy: sulle versioni elettriche il cavo di ricarica da 22 kW è ora di serie

Così la ricarica completa avviene in cinque ore

Citroen SpaceTourer e Jumpy: sulle versioni elettriche il cavo di ricarica da 22 kW è ora di serie

Citroen punta forte sull’offerta elettrificata, destinata ad ampliarsi nei prossimi anni. Nell’ottica di rendere i veicoli a basse emissioni accessibili a tutti, Citroen arricchisce la dotazione di serie di alcuni suoi modelli 100% elettrici, come la monovolume e-SpaceTourer, anche in versione Business, e il furgone e-Jumpy, anche nella variante Atlante.

Cavo di ricarica T3 da 22 kW per “pieno” più veloce

Nello specifico tutti questi nuovi modelli elettrici Citroen, introdotti nel corso del 2020, a partire da novembre offrono nell’equipaggiamento di serie il cavo di ricarica T3 trifase da 22 kW con custodia dedicata, che si aggiunge al cavo di ricarica T2 per presa domestica. Grazie al cavo di ricarica da 22 kW è possibile ricaricare completamente il veicolo in cinque ore, utilizzando una Wallbox da 32 A e il caricatore opzionale OBC (On Board Charger) 11 kW trifase. 

Tre soluzioni di ricarica

In questo modo diventa ancora più pratico l’utilizzo di questi veicoli a zero emissioni di Citroen, equipaggiati con una motorizzazione elettrica con potenza di 136 CV e una coppia massima di 260 Nm in grado di garantire un’autonomia fino a 330 chilometri. Tutti questi modelli di Citroen offrono tre soluzioni di ricarica con la possibilità di ricarica differita: ricarica domestica con cavo T2 compatibile con una presa standard da 8 A oppure ad alta potenza da 16 A; ricarica rapida, pubblica o privata, con Wallbox e cavo T3 (8 ore per una ricarica completa con Wallbox da 7,4 kW); ricarica ultra-rapida da un colonnina pubblica fino a 100 kw (30 minuti per ricaricare dell’80% la batteria da 50 kWh e 45 minuti per quella da 75 kWh). 

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati