Maradona e la storia della sua Ferrari Testarossa nera

Venduta all'asta nel 2014 per 250.000 euro gli fu regalata da Ferlaino per la vittoria del Mondiale del 1986

Il più grande calciatore di tutti i tempi ci ha lasciati. Ieri pomeriggio la terribile notizia verso le 16 dall’Argentina ha preso tutti alla sprovvista. Sembra che sia stato un arresto cardiorespiratorio ad essere fatale al neo sessantenne. Lui che con il pallone faceva innamorare ogni amante del calcio era anche un buongustaio in termini di auto. Ne ha possedute diverse e ben tre del Cavallino Rampante. Dalla F355 alle mitica Ferrari F40 ma la storia più bizzarra appartiene alla Ferrari Testarossa nera di Maradona. Quasi un unicum a metà anni ‘80 visto che la Ferrari produceva auto di serie esclusivamente in colore rosso, il famoso Rosso Ferrari, e gli anni delle personalizzazioni per i “clienti che non devono chiedere mai” erano ben lontani.

Tutti la vogliono rossa Lui nera

Una delle frasi più celebri di Enzo Ferrari è la seguente: “chiedete a un bambino di disegnare un’automobile, sicuramente la farà rossa”. Una frase che rispecchiava la politica della Casa di Maranello dell’epoca. Maradona, però, spiccava su tutti per fantasia sul campo da gioco così riuscì a distinguersi anche con la scelta della sua Testarossa. Il mitico motore V12 5 litri da 390 CV che la rendevano l’auto di serie più potente al mondo rimase immutato ma la richiesta del Pibe de Oro, delegata al suo procuratore Guillermo Coppola, fu quella di possedere una Ferrari Testarossa di colore nero per festeggiare il Mondiale vinto nel 1986 con l’Argentina.

Maradona chiede Ferlaino compra

Il desiderio del numero 10 dell’Argentina e del Napoli fu esaudito dal presidente del Napoli Corrado Ferlaino che dovette pagare molto per accontentare le richieste del suo top player. Ferlaino spese 430.000 dollari per la supercar di Maranello e ben 130.000 dollari di supplemento per il colore nero. La particolarità di questa storia non fu tanto l’esborso economico quanto la reazione di Diego Armando Maradona alla consegna dell’auto. Infatti si chiese dove fosse lo stereo e davanti alla risposta negativa di Ferlaino, che gli fece notare anche la mancanza dell’aria condizionata, Diego disse al suo presidente che poteva tenersela. Possiamo solo immaginarci lo stupore di Ferlaino che si spese in prima persona per accontentare la sua star con i vertici di Ferrari visto che partecipò nel ‘64 alla Targa Florio proprio con una rarissima Ferrari 250 GTO arrivando 5° assoluto.

La Testarossa che sfrecciava di notte

In realtà Diego ha posseduto la Ferrari Testarossa durante tutto il periodo che ha giocato con la maglia del Napoli. Una supercar estremamente rara che potevano vantare, in quel colore, solo altre due star mondiali del calibro di Sylvester Stallone e Michael Jackson (modificata in versione spider per uno spot della Pepsi). Un’auto da corsa targata che, secondo le leggende metropolitane, fu vista sfrecciare soprattutto di notte a Napoli per evitare di essere fermata dalla Polizia o tifosi.

Vendita e quotazione

La verità è che Diego utilizzò davvero poco la sua Ferrari che finì all’asta nel 2014 e fu venduta con poco più di 20.000 km all’attivo sul contachilometri a un proprietario rimasto anonimo al prezzo di 250.000 dollari da parte di un collezionista spagnolo.

Nuova Volkswagen Golf 8 ibrida Da 179 € al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati