Pick-up USA: SCANDALO per le emissioni taroccate. Nuovo DIESELGATE?

Potrebbe essere peggio del 2015. Negli Stati Uniti scoppia un altro caso sulle emissioni truccate con 500 mila pick-up coinvolti

Pick-up USA: SCANDALO per le emissioni taroccate. Nuovo DIESELGATE?

L’agenzia per la protezione dell’ambiente, EPA, ha portato alla luce un nuovo scandalo emissioni negli Stati Uniti. Potrebbe avere proporzioni più ampie del dieselgate del 2015 che ha coinvolto Volkswagen e altre Case automobilistiche. I federali hanno messo nel mirino almeno 500 mila pick-up diesel commercializzati negli USA dotati di un dispositivo capace di inibire i sistemi di trattamento dei gas di scarico. Si chiama defeat device ed è capace di modificare l’elettronica di gestione del motore per migliorare le performance dei pick-up.

Case auto non coinvolte

Il tutto all’oscuro delle Case costruttrici che non sembrerebbero coinvolte. Infatti le modifiche vengono apportate direttamente da officine specializzate in tuning con l’ovvio benestare dei proprietari dei pick-up diesel. Per ora sotto indagine ci sono solo i pick-up di grandi dimensioni (tra i 3.855 e 6.350 kg) e dopo cinque anni di ricerche si è scoperto che questa pratica di modifiche dei motori diesel è molto diffusa in tutti gli Stati Uniti. I circa 500 mila pick-up scoperti sarebbero capaci di emissioni pari a quelle di quasi 9 milioni di pick-up “normali”.

10 volte il Dieselgate

Il dato fornito dall’agenzia per la protezione dell’ambiente sembra quasi ridimensionare il dieselgate. Infatti le modifiche accertate sui pick-up comporterebbero un incremento delle emissioni complessive di circa 570 mila tonnellate di diossido di azoto (NO2). Si tratta di una quantità dieci volte superiore rispetto a quella attribuita alle modifiche apportate dalla Volkswagen ai veicoli americani coinvolti nel dieselgate. Considerando solo il mezzo milione di pick-up analizzati il particolato sarebbe aumentato di 5 mila tonnellate grazie alle manomissioni. Questo tenendo conto solo dei veicoli da lavoro di grandi dimensioni ma la pratica illegale potrebbe coinvolgere molti altri mezzi più piccoli. Per questo, secondo l’Epa, l’effettiva portata ambientale di tali pratiche illegali è incalcolabile.

28 aziende scoperte

Il report che mette un faro sulla questione è del Vicedirettore dell’Air Enforcement Division, Evan Belser che ha fatto in modo che i controlli fossero più rigidi e serrati. Le tre organizzazioni statunitensi incaricate, tra cui l’Epa, hanno scoperto 28 aziende coinvolte in questa pratica illegale con almeno 45 differenti tipi di defeat device per pick-up diesel.

Multe e controlli

Questo nuovo scandalo emissioni vede le procedure di controllo di alcuni Stati americani essere troppo superficiali sui veicoli già commercializzati. Ci sarà una revisione totale del sistema e iniziano a fioccare le prime multe. La prima vittima è una azienda della Florida: la Punch It Performance Tuning che ha concordato un risarcimento di 850 mila dollari per archiviare le accuse.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    1 commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati