Mercato auto Italia 2020: un novembre negativo per il settore

UNRAE, FEDERAUTO e ANFIA chiedono un intervento urgente da parte del Governo per arginare la crisi

Mercato auto Italia 2020: un novembre negativo per il settore

Il mercato auto Italia 2020 segna un altro dato particolarmente negativo per il mese di novembre 2020. Infatti a incentivi finiti e seconda ondata della pandemia le immatricolazioni auto segnano un -8,3% rispetto allo stesso periodo del 2019.

Settore auto in crisi

Nel periodo gennaio-novembre 2019 in Italia sono state immatricolate 1.776.501 unità mentre nello stesso periodo del 2020 il dato segna un -29% con 1.261.802 immatricolazioni auto nel nostro Paese. Il settore è nuovamente in crisi e per questo UNRAE, FEDERAUTO e ANFIA chiedono un intervento del Governo a sostegno del settore.

I dati del mercato auto

Prestazioni negative per il noleggio sia a breve che a lungo termine con un calo del -19,4%. Le società di noleggio registrano una flessione del 45% nel mese di novembre. Per quanto riguarda il dato relativo alle alimentazioni delle nuove immatricolazioni auto calano i benzina con un -37,4%, i Diesel con un 28,4% e il metano con un 30,8%. Segno positivo per il mercato dei privati con un +12,2% e, tornando alla scelta alimentazioni, le auto ibride superano il 23% di quota del mercato (+206,7% auto ibride a novembre), 3,5% la quota di mercato delle ibride plug-in (+403,1% auto ibride plug-in a novembre) mentre la quota di mercato delle elettriche sale a 3,4% (+350,4% auto elettriche a novembre). Ottima prestazione anche per il GPL con un +14,3%.

Traina il segmento B

A livello di segmento e carrozzerie a salvarsi sono l’alto di gamma e il segmento B (quello delle utilitarie). Leggera flessione per berline e crossover, pesante flessione per i fuoristrada e grandi SUV mentre c’è un leggero aumento delle coupé.

Gruppi automobilistici

Per quanto riguarda le performance delle Case auto il mese di novembre vede in positivo il Gruppo FCA con +1,63 che viene trainato dalle vendite di Ferrari, Jeep e Maserati. In positivo anche il Gruppo Renault, il Gruppo BMW, Suzuki e il Gruppo Nissan. Male, tra gli altri, PSA, il Gruppo Volkswagen e il Gruppo Daimler.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati