Ford a lavoro sul nuovo motore “Megazilla” basato sul V8 “Godzilla” da 7.3 litri [VIDEO]

Propulsore ancora più estremo e potente

Ford a lavoro sul nuovo motore “Megazilla” basato sul V8 “Godzilla” da 7.3 litri [VIDEO]

Ford ha rivelato di star lavorando allo sviluppo di una variante ancora più potente del suo motore V8 “Godzilla” da 7.3 litri che equipaggia la più recente versione del pick-up Ford Super Duty.

Tanti cavalli in più

Ad annunciare la novità, attraverso il video qui sopra, è stato Mike Goodwin di Ford Performance, che spiega come il motore aggiornato è stato battezzato “Megazilla” ed è ancora un progetto “segreto”. Senza svelare dettagli sul nuovo propulsore, Goodwin si limita a confermare che svilupperà una potenza superiore rispetto ai 436 CV prodotto dal motore V8 “Godzilla”.

La base, ovvero il V8 “Godzilla” di Ford, si è dimostrata essere già molto popolare anche nel settore dell’aftermarket e del tuning, con diversi elaboratori che lo hanno modificato per renderlo più potente. Questo motore otto cilindri è talmente impressionante che c’è chi è riuscito a far si che sviluppasse fino a 800 CV di potenza senza particolari modifiche.

Aspirato come Godzilla?

Non è chiaro se i piani di Ford per lo sviluppo del motore Megazilla prevedano l’adozione di una qualche forma di induzione forzata o se manterrà la configurazione aspirata del V8 Godzilla. In ogni caso, dal nuovo propulsore ci si attende molta più potenza e un altrettanto elevato livello in termini coppia.

La Ford Mustang potenziata

Nel frattempo c’è chi non ha resistito al fascino del motore V8 Godzilla, disponibile a poco più di 8.000 dollari, come lo youtuber che nel video qui di seguito mostra le fasi dell’installazione dell’enorme propulsore sotto il cofano della sua Ford Mustang

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati