Incentivi auto 2021: oltre mezzo miliardo di euro in gioco, si avviano i lavori dall’11 dicembre

Dopo il termine degli incentivi estivi viene chiesto il rifinanziamento per il 2021, ma non è così facile

Incentivi auto 2021: oltre mezzo miliardo di euro in gioco, si avviano i lavori dall’11 dicembre

Si parla di una cifra che potrebbe oscillare intorno al mezzo miliardo di euro. Questo l’importo totale che potrebbe essere stanziato per gli incentivi sulle auto per il 2021. Vi è inoltre un delta aggiuntivo se dovesse passare il credito di imposta decennale dedicato all’acquisto delle auto elettriche a zero emissioni con rottamazione dell’usato. 

Associazioni e partiti fanno fronte comune per richiedere i nuovi incentivi 

Il mercato auto italiano si trova di nuovo ad un punto critico, dopo l’esaurimento dell’effetto e dei fondi dell’ondata di incentivi estivi che hanno consentito di risollevarne l’andamento dopo lo zero assoluto fatto registrare nei primi mesi della quarantena primaverile. Il dato di novembre 2020 fa segnare un altro valore negativo, -8,4% mentre esperti e associazioni di settore continuano a richiedere un nuovo rifinanziamento del budget per generare una nuova spinta del mercato, in vista del prossimo anno. Quasi tutti i partiti hanno richiesto con svariati emendamenti il rifinanziamento di tale operazione, come avvenuto nel Decreto Rilancio. Si aggrega al carro anche il Movimento 5 Stelle, da sempre più vicino al mondo dei veicoli a zero emissioni, chiedendo si una nuova “ventata” di incentivi, ma principalmente destinati ai veicoli con un impatto ambientale ridotto. 

Incentivi su rottamazione, veicoli commerciali e flotte aziendali

Dall’11 dicembre partiranno i lavori alla Camera e si uniranno diverse associazioni di settore come Anfia, Unrae e Federauto con un pressing decisamente concreto che renderà abbastanza surreale una risposta negativa da parte del Governo. Gianluca Benamati del Pd, vicepresidente della commissione Attività Produttive, spiega: “Ci sono 3 gambe su cui poggia tale manovra: incentivi sulla rottamazione, sui veicoli commerciali e sulle flotte aziendali con IVA detraibile che arriverà al 40% sui classici veicoli termici, all’80% per ibridi e plug-In mentre per i veicoli elettrici sarà detraibile al 100%“. 

Come saranno strutturati gli ecoincentivi, e quanto si risparmierà?

L’impostazione sarà simile a quella già vista in precedenza. Fino a 10 mila euro sui veicoli elettrici con rottamazione (8.000 di incentivi e 2.000 dal concessionario), sui veicoli ibridi si scende ad un massimo di 8 mila euro (6.000 e 2.000) e si scende poi ad un massimo di 3.500 per tutti gli altri veicoli (suddivisi in 1.500 + 2.000). Questi valori diminuiscono se non è presenta la rottamazione di un veicolo usato. 

Incentivi per i veicoli commerciali 

La logica di funzionamento si baserà sia sul tipo di motorizzazione ma anche sulle tonnellate. Fino a 4-5 mila euro sull’elettrico con rottamazione fino a 2 tonnellate, salendo a 8-10 mila euro nella fascia superiore, fino a 3,5 tonnellate. Si abbassa poi con i veicoli ibridi, 2.000 o 2.500 euro fino a 2 tonnellate e 4.400 o 5.500 per la fascia superiore. Per gli altri veicoli, tenendo sempre a mente la distinzione tra 2 e 3,5 tonnellate, l’importo varia da 1.200-1.500 fino a 3.200 – 4.000 per quelli più pesanti. 

La richiesta a gran voce fa leva sul fatto che a mala pena si riesca a raggiungere una cifra di mezzo miliardo su una finanziaria di oltre 38 miliardi, per un settore che è capace di generare circa il 10% del PIL Italiano, come sottolinea anche l’onorevole Benamati. Le tre associazioni sopra citate richiedono un intervento rapido ed immediato, senza condizioni e senza dover dipendere necessariamente dai fondi del Recovery. 

 

 

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati