Lamborghini Diablo 30th Anniversario: la storia della supercar di Sant’Agata Bolognese

Dal 1990 al 2001 è stata la Lamborghini prodotta nel maggior numero di esemplari con 2.903 unità

A Sant’Agata Bolognese si festeggia. Non per le Feste incombenti ma per celebrare il 30° Anniversario della Lamborghini Diablo. Quella che è stata una delle supercar più iconiche e longeve di Lamborghini visto che la sua produzione è iniziata nel 1990 ed è terminata nel 2001.

La storia della Diablo

Prima della commercializzazione avvenuta a gennaio ‘90 la Lamborghini Diablo era nota con il nome in codice di Progetto 132. Era il 1985 e bisognava sostituire la mitica Countach disegnata da Marcello Gandini che rappresentava il vertice della gamma Lamborghini. Una sfida per niente facile visto che la Countach, con la sua linea pulita, tagliente ed aggressiva fece conoscere a tutto il mondo lo stile della carrozzeria a cuneo.

Lo stile

In questo periodo Chrysler diventa azionista di maggioranza di Automobili Lamborghini e serviva una nuova supercar manifesto dell’acquisizione americana. Così il progetto della Lamborghini Diablo viene affidato all’ingegnere Luigi Marmiroli che già nel 1987 riesce a compiere i primi giri di pista con la P132. Lo stile viene sempre affidato a Marcello Gandini ma viene ritenuto eccessivamente aggressivo dalla proprietà americana. Così il design viene leggermente modificato dal Centro Stile Chrysler diretto da Tom Gal.

La presentazione

A Montecarlo viene presentata la Lamborghini Diablo. È gennaio 1990 e la nuova supercar di Lamborghini è ufficialmente l’auto di serie più veloce al mondo capace di raggiungere la velocità massima di 325 km/h. Conquista fin da subito tutti gli appassionati ed è capace di un comportamento stradale diretto e coinvolgente. Grande merito di questo comportamento dinamico esaltante appartiene al Drago, ovvero al campione di rally Sandro Munari che lavorò duramente allo sviluppo della Diablo. Aveva un prezzo di lancio di 240.000 dollari pari a 350.000 milioni di lire dell’epoca.

La scheda tecnica della Lamborghini Diablo

La Diablo era una supercar lussuosa con i suoi interni in pelle, l’aria condizionata, vetri elettrici e sedili regolabili elettricamente. Questo solo in apparenza visto che alla guida era una supersportiva dura e pura a trazione posteriore senza nessun ausilio elettronico alla guida. Inizialmente non era disponibile neanche il servosterzo che fu introdotto a partire dal 1993. Il motore V12 5.7 litri 4 alberi a camme in testa e 4 valvole per cilindro, dotato di iniezione elettronica multi-point, era capace di erogare 485 CV e 580 Nm di coppia. Era installato in posizione centrale longitudinale e aveva il nome in codice L522: un progetto totalmente nuovo che permetteva alla Diablo una accelerazione da 0-100 km/h in 4 secondi.

Tutte le versioni di Diablo

Nel 1993 la svolta: arriva la Diablo VT ovvero la prima granturismo Lamborghini ad essere equipaggiata con le quattro ruote motrici. Nello stesso anno viene presentata anche la serie speciale SE30 (che vedete in video), a ricordare i 30 anni dalla nascita dell’azienda, con la potenza aumentata a 523 CV. Nel 1995 debutta al Salone di Ginevra la Diablo SV ovvero la versione a trazione posteriore da 510 CV con alettone regolabile. Ancora nel ‘95 arriva la Diablo VT Roadster, la prima 12 cilindri a tetto aperto per Lamborghini disponibile solo a trazione a quattro ruote motrici.

 

L’era Audi

Automobili Lamborghini viene acquistata da Audi nel 1999 e, per l’occasione, arriva il restyling della Diablo SV con stile affidato a Luc Donckerwolke. Il primo designer interno di Lamborghini firma anche le versioni VT e VT Roadster con il V12 portato a 529 CV e 605 Nm di coppia ed equipaggiato con il sistema di alzata variabile delle valvole e, per la prima volta su una Lamborghini, i freni sono completati dal sistema ABS.

Diablo – unità prodotte

La Lamborghini Diablo è stata la Lamborghini prodotta nel maggior numero di esemplari, con 2.903 unità in totale tra serie speciali o da competizione (con motore da 6 litri). È stata sostituita dalla Lamborghini Murciélago nel 2001.

Versione: anno, unità prodotte

Diablo: 1990-1998, 873

Diablo VT: 1993-1998, 529

Diablo SE:1993-1994, 157

Diablo SV: 1995-1999, 346

Diablo VT Roadster: 1995-1998, 468

Diablo SVR: 1996, 34

Diablo GTR: 1999-2000, 32

Diablo 6.0: 2000-2001, 337

Diablo 6.0 SE: 2001, 44

Diablo GT: 1999-2000, 83

 

Nuova Volkswagen Polo Da 119 € al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati