Auto elettriche: le batterie allo stato solido permetteranno la ricarica in 10 minuti

Toyota e Volkswagen hanno già avviato da tempo investimenti

Auto elettriche: le batterie allo stato solido permetteranno la ricarica in 10 minuti

Il futuro dalle potenzialità rivoluzionarie per la diffusione su larga scala delle auto elettriche è rappresentato dall’introduzione nei veicoli delle batterie allo stato solido. Già da tempo si parla di questa nuova tipologia di accumulatori, con diversi costruttori, su tutti Toyota e Volkswagen, che da diversi anni stanno investendo nello sviluppo di tale tecnologia che permetterebbe di dare una forte spinta alla mobilità a zero emissioni. 

Più compatte e più veloci a ricaricarsi

Focus di molti progetti futuri, le batterie allo stato solido hanno dimensioni decisamente più piccole, ma soprattutto una capacità di accumulare energia molto maggiore rispetto alle batterie agli ioni di litio che vengono utilizzate oggi su gran parte dei veicoli elettrici. Una caratteristica questa che ha un implicazione pratica tutt’altro che secondaria, dato che l’adozione di tali batterie consentirebbe di abbattere drasticamente i tempi di ricarica delle auto elettriche.  

Atteso un concept Toyota nel 2021 

Nonostante l’impegno in ricerca e sviluppo su questo fronte, c’è ancora da aspettare per una possibile applicazione delle batterie allo stato solido su auto elettriche di serie. Tuttavia, qualcosa potrebbe muoversi il prossimo anno, quando, secondo alcune indiscrezioni, Toyota potrebbe presentare la sua prima concept car con questa innovativa tipologia di batterie. I rumors parlano di un prototipo che sarebbe in grado di garantire 500 chilometri di autonomia, ma soprattutto di ricaricarsi completamente in appena 10 minuti, sfruttando proprio le peculiarità delle batterie allo stato solido. 

Dalla Cina agli Stati Uniti: gli altri fronti di sviluppo

In questo percorso d’innovazione tecnologica volto alla mobilità elettrica, Toyota è supportato dal governo giapponese che ha stanziato 19 miliardi di dollari per la decarbonizzazione del Paese e incentivare l’uso dei veicoli elettrici. Sulla stessa scia anche la Cina, dove QingTao Energy Development investirà 150 milioni di dollari sullo sviluppo di batterie allo stato solido, e gli Stati Uniti, con QuantumScape impegnata da oltre un decennio su questa tecnologia. 

Le batterie QuantumScape per le future elettriche di Volkswagen

Nello sviluppo delle batterie allo stato solido QuantumScape ha puntato molto sulle durevolezza nel tempo, realizzando degli accumulatori più resistenti anche a condizioni climatiche estreme, garantendo comunque un capacità di ricarica dell’80% in 15 minuti. Le batterie di QuantumScape faranno quasi certamente il loro esordio sulle vetture Volkswagen, dato che l’azienda californiana ha un accordo di collaborazione con la Casa di Wolfsburg avviato nel 2012 e ampliata nel 2018. Tuttavia per vedere in strada i primi modelli elettrici del marchio tedesco con le batterie allo stato solido bisognerà aspettare attendere qualche anno, con il 2025 come deadline probabile.

Nuova Volkswagen Golf 8 ibrida Da 179 € al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati