Lancia Delta HF Integrale: nuova rievocazione virtuale in chiave moderna [RENDER]

Sognando il successore dell'iconica auto di fine anni '80

La Lancia Delta HF Integrale, iconica e indimenticata auto che ha imperversato sulla scentra tra fine anni ’80 e primi anni ’90, continua a conservare un posto d’onore nelle fantasie di designer e appassionati che ne sognano un ritorno.

A farci rimettere al centro dell’attenzione la Delta HF Integrale, auto che rese il marchio Lancia popolare nel mondo, è un nuovo progetto render, realizzato dal designer Sebastiano Ciarcià, che dà forma, seppur solo in digitale, ad una reinterpretazione moderna e attualizzata della vettura di oltre trent’anni fa, cercando di conservare l’impianto stilistico e proporzionale del modello originale. 

Tante idee dei designer

Pensare a un successore che possa proiettare la Lancia Delta HF Integrale ai giorni nostri è un esercizio stilistico al quale si prestano molti designer, spesso fan di questa vettura che è uno dei modelli “simbolo” della storia dell’auto. Un florido attivismo di idee, quello dei designer indipendenti di tutto il mondo, che contrasta con l’immobilismo di Lancia, con il marchio di FCA che negli ultimi anni ha ridotto all’osso la propria gamma, focalizzando tutto sulla Ypsilon, unico modello offerto dal brand torinese. 

Tratti angolari ancora più marcati

Questo però non frena la fantasia e la passione che guidano progetti grafici come quello di questo render, nel quale il designer affonda la sua ispirazione nelle linee squadrate e angolari dell’originale Lancia Delta HF Integrale, proponendone un’evoluzione del look particolarmente marcata. A guardare i tratti complessivi della vettura, forse questa si spinge un po’ eccessivamente nel seguire forme e proporzioni muscolose e atletiche, accentuando ulteriormente la presenza di linee nette e angoli retti. 

Anteriore più vicino all’originale di quanto non lo sia la coda

L’anteriore di questa moderna Lancia Delta HF Integrale è la parte esteticamente più fedele al modello originale, anche per via di una più complicata adattabilità agli stilemi contemporanei, seppur non mancano le novità come i gruppi ottici sottili, il paraurti ondulato, le prese d’aria angolari e l’arrotondamento del cofano. Decisamente più innovativo è invece il posteriore con un grande lunotto e un fascione unico che integra dei moderni fanali a LED, con la scritta DELTA al centro, per una firma luminosa che c’entra ben poco con quella della Delta HF Integrale degli anni ’80. Al di là dell’aspetto estetico, la trasposizione ai giorni nostri non può non portare a immaginare che un’auto del genere possa essere mossa da una motorizzazione elettrificata. 

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati