Bosch: Franz Fehrenbach critica l’Europa che favorisce le auto elettriche

“Preferenza UE per auto elettrica non giustificata. Non è neutrale per il clima”

Bosch: Franz Fehrenbach critica l’Europa che favorisce le auto elettriche

A stretto giro dopo le critiche del numero uno di Toyota, Akio Toyoda, sulle auto elettriche arrivano le dichiarazioni di Franz Fehrenbach, Presidente del consiglio di sorveglianza di Bosch, che critica la posizione dell’Unione Europea totalmente a favore della transizione verso l’elettrificazione e “a svantaggio del motore a combustione interna e a scapito del clima”.

Girano gli elettroni

Sotto la lente di ingrandimento non c’è l’auto elettrica in generale ma il problema delle fonti energetiche e la velocità di transizione imposta dalle istituzioni per passare immediatamente alle auto a batterie. Un problema che vede le “vetture elettriche non climaticamente neutrali” perché l’attenzione viene spostata dalle emissioni allo scarico alla produzione dell’elettricità che in Europa vede il 45% prodotta con il termoelettrico e il 12% con il nucleare. Altro che emissioni zero!

Energia ricavata dal nulla?

Quello che “denuncia” Fehrenbach è che le automobili elettriche vengono trattate come “veicoli a zero emissioni di CO2” ma questo solo perché “il legislatore nasconde il bilancio energetico necessario per generare la corrente”. Tutto questo senza prendere in considerazione la produzione delle batterie, oltre alle terre rare, che spesso avviene in luoghi dove la maggior parte della energia viene prodotta ancora a carbone.

Problema asiatico

Il manager tedesco prende come esempio l’Asia dove oggi vengono prodotte la maggior parte delle batterie per auto elettriche dove però a fare da padrona per il fabbisogno energetico sono le centrali a carbone. Un ciclo di produzione che vede emissioni altissime di cui nessuno vuole render conto.

Questione di matematica

Nell’analisi di Franz Fehrenbach c’è anche una questione “elementare” ovvero che non ci sono abbastanza infrastrutture di ricarica per la massa critica di auto elettriche. Il principale mercato europeo è la Germania e “Se davvero volessimo avere un milione di punti di ricarica entro il 2030, dovremmo installarne 2.000 ogni settimana. In realtà oggi sono 200 e stiamo parlando della sola Germania”. Questione di matematica; senza prendere in considerazione il nostro Paese, l’Italia, fanalino di coda con infrastrutture non ancora mature.

Offerta Volkswagen ID.3 100% Elettrica da 299€ al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati