Dacia Bigster: il Concept arriverà insieme ad altri 3 nuovi modelli entro il 2025

Alcune voci parlano di un possibile riposizionamento di Dacia nei prossimi 2 anni

Dacia Bigster: il Concept arriverà insieme ad altri 3 nuovi modelli entro il 2025

Durante un video promozionale lanciato recentemente, Dacia ha comunicato l’intenzione di lanciare tre nuovi modelli completamente inediti entro il 2025, di cui un SUV elettrico chiamato Kiger, ma ciò che ha fatto più scalpore è stata probabilmente la visione di questo nuovo SUV che vi mostriamo in copertina dal nome Dacia “Bigster“. Sembra più robusto e solido rispetto alla tanto amata Duster (che a breve riceverà anche la versione 7 posti). Ovviamente si tratta solo di una concept, ma ci fa ben pensare per il futuro del brand rumeno. 

Dacia Bigster, più grande ma con un prezzo contenuto 

Si tratterà di un modello dalle dimensioni più generose rispetto alla Duster, circa 4,60 metri (28 cm in più del SUV già esistente) e proporrà un nuovo look più aggressivo e deciso, con luci diurne a Led più elaborate e forme più squadrate. Sarà la Dacia di gamma più alta, una sorta di “ammiraglia”, con un aspetto giovanile e sportivo al tempo stesso, strizzando l’occhio al mondo dell’off-road. Si tratta ovviamente di un prototipo ma potrebbe iniziare a dettare le basi per un nuovo linguaggio stilistico. 

Sarà sviluppato sulla nuova piattaforma CMF-B,capace di ospitare motorizzazioni elettrificate oltre alla possibilità di una variante a metano o GPL (molto più probabile), così da catturare anche gli automobilisti attenti al costo per km. Sempre in ottica portafoglio gioca Dacia, offrendo così una vettura di segmento C (con i suoi 4,6 metri) al prezzo di un SUV di segmento B, quindi ci aspettiamo un prezzo di poco inferiore ai 30 mila euro, con finiture ovviamente migliori rispetto alla Duster. “Si tratta di un’auto essenziale, ma non per questo poco ricercata. Vogliamo offrire un’auto più spaziosa al prezzo di un’auto più compatta” rivela il responsabile del design, Alejandro Mesonero-Romanos.

Cosa ci aspetta in futuro 

Per quanto riguarda gli altri due modelli, uno sarà presentato il prossimo anno mentre il secondo non vedrà la luce prima del 2024. Questi si uniranno ad altri 3 modelli inediti che presenterà Renault e tutta l’operazione servirà a razionalizzare l’offerta rendendo più efficienti i cicli produttivi delle vetture. Il brand francese dovrebbe inoltre sfoltire la sua gamma di veicoli, riducendola da 18 a 11 entro i prossimi 2 anni. Dacia potrebbe fare un piccolo salto in alto in termini di qualità percepita, mentre il suo posto da auto più “spartana” potrebbe essere preso da Lada. Il punto comune attorno al quale si muoverà tutta l’offerta di Renault e Dacia gira attorno alla piattaforma CMF-B, modulare e leggera, oltre che capace di ospitare le motorizzazioni elettrificate di ogni tipo. 

Un nuovo logo per Dacia? 


Proprio a proposito di un riposizionamento di Dacia, notiamo sul render in copertina la comparsa di un nuovo logo per il costruttore rumeno. Potrebbe essere un indizio circa il cambiamento futuro del brand, spostandosi un po più verso un’area cool del mondo automotive, perdendo quel posto da costruttore low cost che da sempre ha contraddistinto Dacia. 

Nuova Volkswagen Golf 8 ibrida Da 179 € al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati